utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Savì: A vualtri che me leggede

2' di lettura
1958

Enne urmai un bel pezzu che scriu su stu giornale. Gni tantu leggiu che c\'enne calche cò che nun ve scunfinfera. Unu vole sapè de in du sò, \'nantro se so giuinottu u vecchiu… allò...

A vualtri che me leggede,


Enne urmai un bel pezzu che scriu su stu giornale e deu da ringrazià a la sora Michela che me lu fa fà. Gni tantu leggiu che c\'enne calche cò che nun ve scunfinfera.

Unu vole sapè de in du sò, \'nantro se so giuinottu u vecchiu… allò:


1° chi discore in dialettu pe di le cose stubbide, ma che fanne pensà, nun c\'ha casa, perché cume Pasquinu, de rumana memoria, pole esse nadu in ogni sidu.


2° Savì enne vecchiu pe sapè tante cose, enne giunittou pe capiì che \'l monno enne gambiadu e che i giunotti, se c\'hanne le rotelle a posto de lora, portane nuidà che polene dà boni frutti.


So cuntentu che quellu che scriu ve piace, il dialettu enne \'na lengua e cume tutte le lengue pole pure gambià. Quellu che che gambia però enne le parole noe, no quelle vecchie. Na \'olta, se stacei de casa al borgu, in piazza, o a S.Marcu, parlai un tantinellu diersu unu da cull\'altru. Dopo, cul fattu che bisugnaa dientà più ciili, il dialettu s\'enne \'mbastardidu e pure i monelli, nun sentendulu più discore drentu casa l\'hanne scurdadu. Quellu de campagna enne meno \'mbastardidu, perché ancò molti stanne cu i nonnesi e certe parole le sentene e se le mettene a mente. Dopo magara ce giogane a pijasse pel culu. Eccu Savì pe sta situaziò mistiga tuttu apposta. Tenennu a ma il libbru de Murò, leggerete che lu pure, pe dà na certa verità e serietà a sa nostra lengua a scrittu che bisugneria fermasse ai anni sessanta, prima che la mudernidà intrecciasse il parlà.

Pe fenì, iu il dialettu lu studiu cume se fusse l\'italianu.. ma l\'ialianu enne tostu a studiasse…


Cul cappellu in te le ma, ve saludu… c\'enne \'Rminiu, \'Rduinu, Giustì e Cilè che me spettane li l\'ara e mi nipote a dittu che se nu ije daghu 10 euri (cuscì i giuntoti \'mpare \'l dialettu) nun me scrie più in tel cumputerre!!!!


Ps. Se sa che lu cunusceu al cumpare Mengò.. era pure \'n amigu mia.. ce saria da ride se scriessi calche cò su de lu….chissà!!!!



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-06-2009 alle 18:25 sul giornale del 29 giugno 2009 - 1958 letture