utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Savì: \'Li lu spigulu de la farmacia de Bartulì\'

4' di lettura
2669

\'a dittu Arduino che da lì se vede sia in do stanne quelli Dell\'Andreoni e quelli de Simuncì accuscì se gregamu ai festari e dopu \'ndamu a magnà a scroccu!! Tantu o unu o l\'altru dopu.. \'ncumenzeranne i festeggiamenti.. tantu ..\'ntra morri e feridi ce ne saranne \'na cuccuma pina tutte e do le parti...

Li lu spigulu de la farmacia de bartulì


A.: \"Giustì, i vistu a cuss\'altri?\"


G.: \"No, mac\'emmie appuntamento chi lu spigulu de la farmacia de Bartuli...\"


A.: \"E perché?\"


G.: \"Perché, a dittu Arduino che da lì se vede sia in do stanne quelli Dell\'Andreoni e quelli de Simuncì accuscì se gregamu ai festari e dopu \'ndamu a magnà a scroccu!! Tantu o unu o l\'altru dopu.. \'ncumenzeranne i festeggiamenti.. tantu ..\'ntra morri e feridi ce ne saranne \'na cuccuma pina tutte e do le parti…\"


A.: \"Questa de siguru enne \'na bella pensada.\"


Dopo alcune ore si conoscono i risultati elettorali che sanciscono la vittoria di Simoncini.


Savì: \"Finalmente.. vu truadu… iu spettau giò da Ada pe magnà e m\'eo mestu pure il fazzulettu rosciu fora de la saccoccia, ma dopu hanne dittu che L\'Andreona ea persu e non se magnaa più, hanne disdettu, ha dittu Francè.\"


\'R: \"Se capisce che nun c\'erene... m\'ha dittu quellu che fadiga li l\' caffè de Marinellù…che sta li vecinu… enne \'ndadi a magnà al giardì.. erene poghi... ma nun \'erene \'ngustiadi, hanne magnadu e beudu… hanne fattu bè... ce sempre dumà pe c\'ncumenza a combatte \'nantra guera... dopu enne riadu l\'aucadu e hanne fattu \'na battereccia de ma... dopu enne stadi più contenti... forsi quelli de Secchiamoli ije duvranne lassà \'na sedia… anzi do!..\"


S.: \"Perché è gido via?..\"


G.: \"Sai propriu stubbidu!.. L\'Andreona ije dee da lassà un seggiu in cunsiju.. dighene che enne uguale…. Sarà.. il monnu girà e calche olta le carte se \'rmischiane .. vallu a capiì!\"


A.: \"Giustì, te sì stadu sempre in piazza, \'rcontace cusa enne successu...\"


G.: \"... gnente…prima nunc\'era gnisciu... dopo versu \'na cert\'ora cumenza a rià sempre più cristià che luccaane, sbandieraane, zumpaane, dopo, verso lu ottu enne riadu lu, \'l candidadu.. chi lu braccia de quà chi de là... era tutta \'na battereccia de ma. Da la finè il sinnigu vecchiu luccaa tutti quelli che passaane... venide cu nò... veni a \'n certu puntu u pensadu, voi vede che a quessu je pare de sta sul balcò.. facesse pure \'l discorsu… fortuna de no... Iu su stadu li spigulu e guardau, dopo so \'ndadu via e so passadu daanti alla circulu dell\'Andreona, c\'era il segretario, cosu, Antunella, che sbracciaa e discurea cu \'nantri tre... lia me parsu che nun c\'era. Forsi discorea che se vole dimette perché quannu uno perde, de solidu se dimette...


\'R.: \"Segondu me ha sbaijadu caallu…ma enne biduadu…\"


G.: \"Sci... a lù ije parea de sta a Uffagna... in do \'l nipote enne dientadu sinnigu… ma li enne \'natra faccenna, conta più \"\'l paese\" che la pulitiga.. vedremo a mudore ijacciu quantu gra farà…. ma li pure ridene pe nun piagne…


S.: \"ede vistu la grazia de Diu che hanne spregadu.. tuttu cu lu spumante gidu a male.. enne propriu lazzaroni!!!!\"


G.: \" te pensi solu a be.. potei \'nda su de sopro.. eane parecchiadu cui bicchierie lu spumante pe tutti…\"


S.: \"porca puttana .. u persu \'na corsa!!!!! Cu dide ce vagu a magnà gio da Ada..adè pagane cuss\'altri.. Lia, ..Peppina.. ha a empre guadambiadu.. sia se vignene i rusadelli che quelli del campanò… ma nun ce vagu nun me voiju sbelancià, dopu cume fagu a dije male quannu serve da dijelu? La libertà de discore vale de più de un bicchieru de vì e calche fetta de presciuttu! Ce sarà mutiu e uccasiò de fallo.. lu vedaremu.. cull\'ia a dittu che fara upposiziò dura… cusa vole di?..\"


G.: \"Te lu spiegu stal\'tri giorni ade spettamu che se quaija tutta la faccenna.. mancane l\'assessori e tutte cull\'altre robbe.. l\'impiegadi del cumune tremane cume le canne foije.. ce avranne mutiu? Enne forsi cascadi da la padella a la bragia ?… vedaremu i fatti….Se vignea Peppe lu scupì li avria mannadi tutti a casa.. forsi ije \'ndada meiju!\"



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-06-2009 alle 15:04 sul giornale del 24 giugno 2009 - 2669 letture