utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

A Osimo sfila la moda dell\'Istituto Isis Laeng

1' di lettura
1424

moda disegnato
Dalla collaborazione tra la Confartigianato e l\'Istituto Isis \"Laeng\" di Osimo è nato il  primo corso per modellista. Sette le ragazze coinvolte della classe V,  che hanno concluso questo anno di studio con ottimo successo e soddisfazione seguite da due imprenditrici artigiane modelliste/stiliste Anna Bastiano e Stefania Falappa. 

Dalla collaborazione tra la Confartigianato e l\'Istituto Isis \"Laeng\" di Osimo è nato il primo corso per modellista. Sette le ragazze coinvolte della classe V, che hanno concluso questo anno di studio con ottimo successo e soddisfazione seguite da due imprenditrici artigiane modelliste/stiliste Anna Bastiano e Stefania Falappa. Le ragazze hanno realizzato splendidi abiti moda seguendo tutto il processo di lavorazione: dall\'ideazione, al disegno, alla scelta dei tessuti, alla decorazione e perfino l\'organizzazione di una sfilata e la sua pubblicizzazione. E domenica 21 giugno alle ore 21 ad Osimo presso Piazza Boccolino ci sarà la sfilata degli abiti realizzati dalle ragazze e la premiazione degli allievi dell\'Isis.


Il corso per \" modellista dell\'abbigliamento\", insegna il ciclo della progettazione e produzione delle confezioni: dal disegno del modello con software di progettazione alla scelta delle stoffe.


Dietro gli stilisti, ha spiegato Paolo Picchio responsabile del settore moda di Confartigianato, c\'è un esercito di tecnici con grandi competenze indispensabili per far funzionare \"la macchina\" della moda. C\'è un mondo di piccole imprese altamente specializzate che lavorano anche per grandi griffe. Le Marche sono famose per la loro creatività e per la ricchezza di un tessuto di aziende in grado di offrire un\'intera gamma di servizi di alto livello per la moda. Servono dunque giovani fortemente motivati e con un elevato livello di conoscenze tecniche.



moda disegnato

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-06-2009 alle 14:31 sul giornale del 20 giugno 2009 - 1424 letture