utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
articolo

Andreoni/Simoncini: confronto in Comune (7) - Alluvione e salvaguardia del territorio

2' di lettura
1115

I fenomeni che hanno colpito pesantemente il nostro territorio nella purtroppo triste giornata del 16 settembre e che si sono ripetuti recentemente sia pure con una intensità minore, dimostrano quanto sia importante la tutela e la salvaguardia del territorio. Come intende operare per la soluzione della problematica?

7) I fenomeni che hanno colpito pesantemente il nostro territorio nella purtroppo triste giornata del 16 settembre e che si sono ripetuti recentemente sia pure con una intensità minore, dimostrano quanto sia importante la tutela e la salvaguardia del territorio. Come intende operare per la soluzione della problematica?

Simoncini: \"La Protezione Civile Nazionale ha detto che il Comune di Osimo è esente da colpe. Si è trattato di una bomba d\'acqua, un evento straordinario. Il clima sta cambiando e urge rispondere con adeguati interventi. Stiamo lavorando con l\'autorità di bacino per inquadrare il problema in un\'ottica di area vasta; l\'Astea si sta occupando della pulizia dei fossi, della regimazione idraulica e dell\'assetto idrogeologico.\"


Andreoni: \"E\' facile per sottrarsi alle responsabilità imputando la colpa interamente a un fenomeno atmosferico; un evento del genere avrebbe dovuto quantomeno far riflettere l\'amministrazione sulle scelte urbanistiche operate fino a oggi. Osimo Stazione e Campocavallo hanno subito questo grave danno perché, a fronte di una massiccia crescita urbana, non è stata posta la dovuta attenzione al sistema fognario. E i problemi permangono e lo dimostrano i recenti fatti di maggio. Noi abbiamo cercato di aprire una commissione di inchiesta in merito alle responsabilità del 16 settembre, ma la maggioranza ha bocciato in consiglio la nostra proposta. Se andremo a governare, agiremo con gli Enti per evitare che situazioni simili si ripetano.\"


Questo è un articolo pubblicato il 19-06-2009 alle 22:05 sul giornale del 19 giugno 2009 - 1115 letture