utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Associazione Amici Animali: \'Latini ci risponda\'

3' di lettura
2390

Con lo scadere del suo mandato e visto che non risponde alle nostre numerose lettere in materia di benessere animale, la nostra Associazione, così come già altri nelle ultime settimane in altri ambiti e per altri argomenti, intende porre diversi quesiti al Primo Cittadino uscente, con la speranza che ne prenda nota e ci dia le risposte così tanto attese.

Con lo scadere del suo mandato e visto che non risponde alle nostre numerose lettere in materia di benessere animale, la nostra Associazione, così come già altri nelle ultime settimane in altri ambiti e per altri argomenti, intende porre diversi quesiti al Primo Cittadino uscente, con la speranza che ne prenda nota e ci dia le risposte così tanto attese:


  1. Perché non vengono spostati dal Canile Federico I di Ostra Vetere al Canile Keraton di Jesi i cani ancora sani per evitare che vengano contagiati da quelli malati di Leishmania anche dopo il parere favorevole del Servizio Veterinario della Asur n. 4 di Senigallia?
  2. La nostra prima lettera in proposito è stata inviata al Sindaco Latini il 18/04/2009 e molte altre ne sono seguite, oltre ad emails, telefonate ed incontri, ma a tutt\'oggi i cani risultati sani al test non sono stati spostati, né qualcuno ci ha risposto o dato giustificazioni in proposito. Come mai dopo due mesi si deve ancora prendere una decisione che per il Comune di Osimo significa solo risparmio di denaro pubblico (ogni cane malato costa almeno 300 Euro all\'anno di cure e non verrà mai adottato restando a vita a spese della comunità)?
  3. Relativamente al Canile Lilli e i vagabondi di Osimo, dobbiamo ancora ricevere una risposta riguardo gli orari di apertura mai concordati con le associazioni animaliste come la legge prevede
  4. Relativamente al Canile Lilli e i vagabondi di Osimo dobbiamo ancora ricevere una risposta riguardo la nomina di un direttore sanitario responsabile della salute dei cani presenti
  5. Relativamente al canile Lilli e i vagabondi di Osimo dobbiamo ancora ricevere una risposta riguardo il rispetto della normativa in materia di inquinamento acustico
  6. Riguardo la nuova ordinanza sull\'abbattimento dei piccioni di Osimo dobbiamo ancora ricevere una risposta su come mai, nonostante il servizio Veterinario Asur n. 7 di Ancona non abbia espresso nessun parere, né risulti essere stato contattato relativamente alla eventuale problematica igienico sanitaria dei piccioni, il sindaco abbia comunque proceduto ad emettere il nuovo ordine di sparare ai piccioni anche in periodo di caccia chiusa.
  7. Riguardo la nuova ordinanza sull\'abbattimento dei piccioni di Osimo dobbiamo ancora ricevere una risposta su come mai, neanche la Provincia fosse favorevole a questo sistema così cruento per i piccioni ma si aspettasse una normativa regionale il merito, il Sindaco Latini abbia comunque abbia comunque proceduto all\'uccisione\"
  8. Per quale motivo in 10 anni di Sua amministrazione, il Sindaco Latini non ha ottemperato né alla Legge 181 del 1991 né alla Legge Regionale 10/97 riguardo l\'obbligo per i Comuni della Costruzione di Canili Comunali Per quale motivo anche nell\'ultimo Bando di gara per l\'assegnazione dei cani randagi di Osimo non si sono applicate le tariffe regionali sui costi dei cani al giorno?
  9. Per quale motivo ogni volta nell\'assegnazione dei bandi di gara per i cani randagi, viene sempre preso come unico valore quello economico, benché ci siano delle direttive statali che indicano tutt\'altro?


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-06-2009 alle 16:47 sul giornale del 18 giugno 2009 - 2390 letture