utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Rinaldini (PD): \'L\'impegno per migliorare la città\'

4' di lettura
938

Giunti alla fase centrale della campagna elettorale per l\'elezione del Consiglio Comunale, è facile osservare che, nell\'abbondanza delle proposte politiche prodotte da una ricca, positiva dialettica democratica, l\'attenzione del cittadino elettore si rivolge a due elementi: i programmi e i candidati...

Giunti alla fase centrale della campagna elettorale per l\'elezione del Consiglio Comunale, è facile osservare che, nell\'abbondanza delle proposte politiche prodotte da una ricca, positiva dialettica democratica, l\'attenzione del cittadino elettore si rivolge a due elementi: i programmi e i candidati.


I programmi

Le liste e le coalizioni presentano nei loro programmi molte convergenze e analogie. D\'altra parte, le cose da fare in città e le esigenze dei cittadini a cui dare risposte sono davanti agli occhi di tutti: il lavoro, la casa, l\'assistenza a disabili e ad anziani, la scuola, l\'aiuto alle famiglie, la valorizzazione turistica e culturale del territorio, la tutela dell\'ambiente, la sicurezza, l\'innovazione tecnologica, l\'efficienza degli uffici e la semplificazione burocratica, lo sviluppo delle attività economiche, la viabilità… Forse l\'elenco non è completo ma comunque, proprio in questo periodo di campagna elettorale, il cittadino ha l\'occasione di rendersi conto di quante siano le necessità della nostra vita quotidiana di cui un\'amministrazione comunale deve occuparsi per garantire e migliorare la qualità della vita degli abitanti di Osimo, risolvendo problemi e assicurando le condizioni per godere di una buona qualità della vita.


Ciò che fa la differenza tra le proposte e le promesse delle liste che partecipano alla competizione elettorale è la scelta delle priorità e la credibilità delle persone.


Faccio un esempio che riguarda la questione importantissima della casa, su cui sono determinanti le decisioni dell\'amministrazione comunale responsabile del piano regolatore. Il PD intende promuovere l\'edilizia agevolata così da aiutare le giovani famiglie ad acquistare una casa, vuole una crescita edilizia controllata, privilegiando la cura del patrimonio esistente e costruendo con criteri ecologici e in armonia con gli ambienti urbani e delle frazioni. Tutto ciò è ben diverso da quanto è stato realizzato e programmato in 10 anni di governo delle liste civiche. Si è costruito in modo disordinato e costoso, creando anche ad Osimo tante zone di periferia povere di servizi e punti di aggregazione capaci di far vivere la comunità. Sono stati privilegiati interessi economici individuali e contingenti a discapito di una visione urbanistica ampia e proiettata verso il futuro, senza considerare che errori e scempi nel settore edilizio rimangono nel lungo periodo.


Un secondo esempio: la vivacità e la qualità delle iniziative culturali che caratterizzavano Osimo 10 anni fa si sono esaurite non essendo stato dato il necessario sostegno ad attività che non danno un immediato guadagno ma che sono uno strumento di benessere e arricchimento della comunità e che, nel tempo, producono anche occasioni di lavoro nel settore del turismo, del commercio e dei servizi. Basti pensare che ad Osimo non c\'è un cinema e scarseggiano locali in grado di essere un richiamo per giovani e adulti. Ma anche la biblioteca, il teatro, il patrimonio artistico cittadino, l\'associazionismo culturale non hanno ricevuto un sostegno sufficiente, evidentemente perché considerati motivo di spese superflue.


Le persone

La conoscenza diretta e la fiducia nel candidato sindaco o consigliere è un motivo di scelta particolarmente importante e logico in elezioni comunali perché la preparazione, la serietà dell\'impegno, l\'onestà degli amministratori sono un indispensabile presupposto di una buona amministrazione. Tutti noi non riusciamo più a sopportare clientelismo, corruzione, o che l\'attività politica sia la strada per soddisfare desideri di denaro, carriera, potere. Se è vero che la politica deve essere il luogo del rispetto dei diritti e delle persone, favorire un gruppo o un sostenitore toglie ad altri qualcosa. Quindi l\'equità, la trasparenza, l\'ascolto e il dialogo, la tensione verso una sintesi equilibrata rispetto a bisogni dei cittadini e a risorse economiche sempre più limitate sono la garanzia per un governo che sia il migliore possibile per la collettività.


Paola Andreoni è senza dubbio in grado di assicurare la pratica quotidiana di valori e stili di governo basati sul rispetto dei diritti e delle persone, come ha già dimostrato di fare nella sua esperienza nel Consiglio Comunale e nel PD. Infatti i comportamenti coerenti con le idee espresse sono un indice della credibilità di chi si propone agli elettori e sono il migliore criterio di scelta per gli stessi elettori.


Inoltre lo strumento delle primarie adottato dal PD, che ha permesso la designazione del candidato sindaco fatta dai cittadini fin dal mese di Dicembre, il leale sostegno di tante persone, la lunga, articolata riflessione sui bisogni della città, da cui è nato il programma del PD sono segno evidente di quello spirito di servizio e di attenzione al bene comune che noi cittadini chiediamo alla politica per sentirci tranquilli e protetti in una società sempre più complicata, mutevole, problematica.


Giovanna Rinaldini


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2009 alle 14:07 sul giornale del 29 maggio 2009 - 938 letture