utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Sinistra per Osimo: la Syncoop non ha nulla di sociale

2' di lettura
2033

Le vicende della Cooperativa Sociale Syncoop sono il paradigma della cattiva amministrazione decennale delle liste civiche. La Syncoop nasce come \"spottone\" politico: una cooperativa che dà lavoro ai diversamente abili..

Le vicende della Cooperativa Sociale Syncoop sono il paradigma della cattiva amministrazione decennale delle liste civiche. La Syncoop nasce come \"spottone\" politico: una cooperativa che dà lavoro ai diversamente abili. \"Noi sì che ci occupiamo di chi soffre, noi sì che siamo attenti al sociale, noi sì che facciamo qualche cosa di concreto per chi è meno fortunato, mica come quelli della sinistra, che parlano parlano e non combinano nulla\": questa è stata la tiritera che abbiamo tutti ascoltato per non si sa quanto tempo. Ora la Syncoop, evidentemente non un esempio di virtuosa gestione economica, è sull\'orlo della liquidazione coatta, cioè \"il fallimento delle cooperative\". La cooperativa è arrivata a questa meta addirittura dopo aver chiesto ai soci (disabili), che, val la pena rammentarlo, sono una sorta di dipendenti, e, come tali, creditori della Syncoop, e alle loro famiglie una garanzia fideiussoria o un apporto nell\'aumento di capitale di 3.500 euro a testa (in altre parole: come se un\'impresa in crisi chiedesse ai suoi dipendenti, che non paga da tempo, di prestare una fideiussione all\'impresa o di partecipare ad un aumento di capitale: osceno), dopo avere questuato contributi a tutta la cittadinanza e dopo avere pure venduto il negozio di generi alimentari sino ad allora gestito.


Il negozio (questa è la ciliegina sulla torta) è stato venduto allo JU-TER, un circolo \"culturale\" (dicono) legato al sindaco Latini, un circolo dal \"multiforme ingegno\", per dirla con Omero, considerato che in passato ha acquistato l\'Antenna (e ne detta la linea editoriale), gestisce il cinema concerto ed ha le mani in altre svariate attività ancora. Il circolo è inoltre facoltoso, a differenza di altri circoli culturali locali che fanno fatica a sopravvivere, visto che è stato in grado di pagare ben 30.000,00 euro per l\'acquisto del negozio.

Quousque tandem abutere, Catilina, patientia nostra?


Luigi Giacco - Sinistra per Osimo



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2009 alle 10:41 sul giornale del 27 maggio 2009 - 2033 letture