Allenatori pallanuoto: vogliamo i rimborsi e un nuovo direttivo

3' di lettura 30/04/2009 - Infuocata riunione presso la sala convegni dell\'Astea ad Osimo, fra i rappresentanti delle istituzioni cittadine nella qualità del dott. Latini sindaco della città e del dottor Pirani assessore allo sport e i tecnici del settore pallanuoto dell\'Osimo Nuoto...

Infuocata riunione presso la sala convegni dell\'Astea ad Osimo, fra i rappresentanti delle istituzioni cittadine nella qualità del dott. Latini sindaco della città e del dottor Pirani assessore allo sport e i tecnici del settore pallanuoto dell\'Osimo Nuoto.

E\' intervenuta in quanto parte in causa nella discussione anche la signora Broggi Laura, presidente della società che gestisce la piscina.

Oggetto della riunione era portare a conoscenza della giunta comunale la delicata situazione in cui versano glia allenatori di pallanuoto, gli atleti e tutto il settore in generale.

Come ormai tutti sanno da 10 giorni i tecnici della pallanuoto dell\'Osimo Nuoto, sono in agitazione reclamando il pagamento dei rimborsi spese da parte della società da Dicembre in poi.

La questione si inquina quando tutti gli allenatori degli altri settori vengono regolarmente pagati.


Il presidente adducendo una strana teoria di cassa all\'interno della sua società, ha candidamente ammesso che gli altri settori sono in pareggio e che non intende sostenere spese per la pallanuoto, pur essendo direttamente responsabile presso le federazioni delle squadre che partecipano ai vari campionati, alcuni di rilevanza nazionale.

Riguardo all\'allontanamento dell\'allenatore Dignani Alessandro a seguito del presunto falso allarme sui malori degli atleti dell\'Osimo Nuoto, sono stati prodotti dati oggettivi, analisi dell\'asur e certificati medici, che i malesseri erano compatibili con la presenza di cloro combinato oltre i limiti di legge, smentendo tutte le versioni fino ad ora fornite dal responsabile dell\'impianto Cattani Michele e dalla signora Broggi.

E\' stato inoltre accertato che episodi analoghi erano già avvenuti precedentemente e ne erano a conoscenza la direzione della piscina e il sindaco.


Ci si auspica ora il reintegro dell\'allenatore e l\'accertamento delle responsabilità soggettive dei fatti ,potenzialmente dannosi per i bagnanti.

Accorato appello del capitano della squadra di serie A2 Valentina Bartolo all\'amministrazione a non abbandonare questo sport nelle mani di chi non ha rispettato gli impegni presi a inizio stagione e ha pubblicamente dichiarato, in un intervento precedente,di non essere in grado di gestire la pallanuoto.


La dottoressa Magi, direttore degli affari generali del comune, ha sottolineato che l\'Osimo Nuoto e\' anche morosa nei confronti dell\'amministrazione, in violazione di importanti punti della convenzione che regola la gestione dell\'impianto.

L\'assemblea, circa 150 di persone, moltissimi genitori dei 100 atleti del settore, ha chiesto a gran voce e in modo diretto attraverso uno dei tecnici, le dimissioni del presidente Broggi, dal quale non si sentono assolutamente rappresentati.

La richiesta e\' stata per ora respinta.

Siamo in attesa di ascoltare le proposte dell\'amministrazione per superare l\'impasse di questi questi ultimi giorni e ottenere democraticamente l\'elezione di un consiglio direttivo dell\'Osimo Nuoto di garanzia, oltre al pagamento dei rimborsi.


Giacomo Bianchi, Alessandro Dignani, Luca Sorcionovo, Lorenzo Bartolo, Omar Cappelloni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2009 alle 15:51 sul giornale del 30 aprile 2009 - 1335 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, osimo nuoto, piscina, Allenatori Osimo Nuoto





logoEV
logoEV