utenti online

Basket: Edilcost a caccia di un prezioso “bis”

2' di lettura 23/04/2009 - Azzerare e ripartire, regola fondamentale nei play off, anche quando si è messo qualcosa in cassaforte. Legge a cui non sfugge certo l\'Edilcost, chiamata stasera (ore 20:30) al PalaFantozzi di Capo d\'Orlando a provare a bissare il successo di gara-uno dei quarti play off e chiudere così il conto con la Banca Nuova Trapani...

Azzerare e ripartire, regola fondamentale nei play off, anche quando si è messo qualcosa in cassaforte. Legge a cui non sfugge certo l\'Edilcost, chiamata stasera (ore 20:30) al PalaFantozzi di Capo d\'Orlando a provare a bissare il successo di gara-uno dei quarti play off e chiudere così il conto con la Banca Nuova Trapani. \"Il vantaggio dell\'1-0 maturato in gara-uno - ribadisce coach Franco Ciani - è quello di avere la possibilità di giocare per un obiettivo terminale e non interlocutorio.


Ma se l\'atteggiamento è quello di pensare che possiamo perdere perché avremmo comunque una gara di \"bella\" da giocare in casa, vorrebbe dire non aver sfruttato questo vantaggio psicologico. Mi aspetto un Trapani capace di fare una gara migliore rispetto alla prima, noi dovremo fare altrettanto, senza pensare di ripetere con la carta carbone il disegno che ci è venuto così bene tre giorni fa\". Tante variabili ed un\'unica certezza: sarà una gara diversa rispetto a quella giocata al PalaBaldinelli. \"Le partite in una serie play off non sono mai uguali, anche se legate tra loro da un minimo denominatore tecnico che deriva dal sistema di gioco e dalle qualità individuali. E\' chiaro che tra una partita e l\'altra si cerca sempre di correggere gli errori, limare, fare piccole variazioni e apportare migliorie, ove possibile.


Occorre anche considerare il patrimonio energetico di squadra, giocando a brevi distanze temporali e, nel caso specifico, affrontando una trasferta infrasettimanale per nulla agevole. Un motivo in più per cercare un risultato positivo, con la massima attenzione. La serenità di aver vinto la prima partita ha un suo peso, ma altrettanto lo ha l\'esperienza nel gestire emozioni, sia positive che negative, che sicuramente fa parte del patrimonio di Trapani. Noi dobbiamo essere bravi ad iniziare con il piede giusto\".


Certa l\'assenza di Giroli, come accaduto in gara-uno. \"Al di là dell\'indisponibilità di Giroli, abbiamo qualche acciacco, ma ci passiamo sopra con sufficiente disinvoltura. Nel gruppo c\'è entusiasmo, dobbiamo essere bravi a cavalcarlo nel modo giusto. Se pensiamo alle ultime trasferte della stagione regolare, in cui siamo stati abbastanza opachi, dovremmo nutrire qualche preoccupazione: ma le motivazioni sono tali da scongiurare un approccio blando. Non ci sentiamo appagati dall\'andamento di gara-uno, ma siamo altrettanto consapevoli della forza dei nostri avversari\".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2009 alle 14:20 sul giornale del 23 aprile 2009 - 902 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, osimo, robur basket





logoEV
logoEV