Savì: dee da rià il cummissariu, quellu de Forza Itaglia

1' di lettura 07/04/2009 - E te digu pure \'nantra cosa.. te la digu a \'ndeggia… donca u sentidu, chi de fora de la farmacia de Bartuli, che dee da rià il cummissariu…

(\'R) Urelio!.. cu fai sbandi?


(\'U) chi…. .iuuuuu.. miga sbandu… enne la porta che se moe.. cul lu stubbidu de Savì, ma fattu magnà \'na ranciu e me pare che m\'ha fattu male….


(S) te si propriu riadu… iu tui fattu magnà l\'anciu ma perché nu je dighi quanti bicchieri de vi ti si fatti da stammdina?


(\'U) me nu fatti cinquanta… \'mbè.. e ce lu sai che ne reggiu de più…. e l\'aranciu che fattu male…. E te digu pure \'nantra cosa.. te la digu a \'ndeggia… donca u sentidu, chi de fora de la farmacia de Bartuli, che dee da rià il cummissariu…


(?R) guarda che adè c\'emu la commissaria..


(U) tu dittu che rierà \'l cummissariu.. miga su propriu \'mbriagu.. l\'ha dittu…cosu…. a cull\'altru che stasera rierà \'l commissario de forza itaglia chi da nuà .. chi propriu a Osimo.. e basta!!!!


(U) Sci adè Lippi ria chi da nò.. ma dille più piccule..


(U) Savì.. famme un piaceru.. portame chi la suciedà uperaia e talefena a mi nipode che sta li la fabbriga .. che me venisse a pijà… cu te \'Rminiu nun cve discoru più






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-04-2009 alle 23:21 sul giornale del 07 aprile 2009 - 1045 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, osimo, satira, Savì





logoEV