utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
articolo

Corecom, internet e minori: incontro a Osimo il 17 marzo

2' di lettura
1009

Il progetto \"Adulti più informati, bambini più sicuri\", nasce dalla collaborazione del Comitato con la Polizia delle Comunicazioni - Comando delle Marche e l\'Ufficio Scolastico Regionale e l\'incontro a Osimo sarà il
Martedì 17 marzo presso l\' I.C.Bruno da Osimo alle 18.00

È ripartita l\'attività del Corecom Marche per la tutela dei minori. Contro i rischi dei nuovi media, il comitato organizza in tutta la regione incontri informativi per genitori e insegnanti, per sensibilizzare gli adulti verso le problematiche dell\'uso dei nuovi mezzi di comunicazione da parte delle giovani generazioni, la tutela dei minori dai rischi che corrono navigando da soli in Internet, e la cattiva qualità della televisione.


Il progetto \"Adulti più informati, bambini più sicuri\", nasce dalla collaborazione del Comitato con la Polizia delle Comunicazioni - Comando delle Marche e l\'Ufficio Scolastico Regionale e l\'incontro a Osimo sarà il Martedì 17 marzo presso l\' I.C.Bruno da Osimo alle 18.00



\"E\' in corso uno stravolgimento delle abitudini dei più piccoli, trascorrono la maggior parte del tempo in casa, spesso soli con il PC e videogiochi - lancia l\'allarme Marco Moruzzi presidente del CORECOM . Nel 2007, in Italia i ragazzi (età tra i 16 e i 24 anni) hanno trascorso in media 14,5 ore a settimana on-line, 14,4 ore quelle trascorse davanti alla TV, un incremento del tempo trascorso al computer del +1%. Circa 29 ore a settimana seduti davanti ad uno schermo. Un dato ancor più allarmante considerato che i bambini italiani, rispetto ai loro coetanei nord e sud europei, sono quelli che trascorrono la maggior parte del loro tempo libero chiusi in casa di fronte a computer e videogiochi: 27%, contro il 10% del tempo libero trascorso all\'aria aperta. Impressionante il confronto con paesi quali la Svezia e l\'Olanda che non possono contare su condizioni climatiche favorevoli come quelle italiane, dove il tempo passato davanti al pc e quello trascorso a giocare fuori casa sono rispettivamente, per la Svezia 6% e 22%, per l\'Olanda 18% e addirittura 41%.\"



Questo è un articolo pubblicato il 14-03-2009 alle 17:56 sul giornale del 14 marzo 2009 - 1009 letture