Savì, \'Rminiu e la telefonata dell\'unureule

4' di lettura 07/03/2009 - \"I lettu sul bugiardò. Ha dittu che il duttorede forza italia cure lu.. ma è \'ngustiadu perché quellu de la parcò je tira a traersu e il fiu de mi cugnada ma dittu che cussu, assiemi a n\'antri po, vole fa la lista da per lu.. ja dattu \'na carta in do ce sta scrittu che se fanne cume dice lu nun pagheranne la tassa del puzzettu neru...\"

(\'R).. quessa è grossa multubè.. gna che ve digu….lu sapede chi m\'ha talefenadu?..ma telefeunadu l\'unureule…ha dittu che io so \'na persunalidà e che nun possu esse spregadu accuscì.. gna che mettu su la lista sua e po di esse che vignemu…


(A)..ma cume ce pensa..enne propriu partidu de testa.. te nun vigni mancu quannu c\'hai quattro veticinque in te le ma…. Eppo chi te lu da il vodu.. iu no de siguro..metti che je la fai dopu chi ce combatte cu te.. basta a vede quannu temetti il cappellu nou quellu che fai!


(\'R) \'ntantu a me me l\'hanne dumannadu!.. i lettu sul bugiardò. Ha dittu che il duttorede forza italia cure lu.. ma è \'ngustiadu perché quellu de la parcò je tira a traersu e il fiu de mi cugnada ma dittu che cussu, assiemi a n\'antri po, vole fa la lista da per lu.. ja dattu \'na carta in do ce sta scrittu che se fanne cume dice lu nun pagheranne la tassa del puzzettu neru.


(S) a me del puzzettu neru nun me frega . lu sguidadu l\'altru giornu..


(A) Oh! Lu sapede?… su \'ndadu li i coltivatori diretti pe fa \'na carta e u vistu che sotta stanne a fa i laori.. ju dumannadu cusa fade ve \'largade?… m\'ha dittu cu lu ragazzu che no.. che li sotta ce viè la diagonale che il padrò saria sempre lu, l\'aucadu che sta sul domu. Quessu farà un programma de poghe pagine e pensa de pescà da per tuttu. \'n tel frattempo a discorsu cu tutti menu che che cul sinnigu de adè.. a dittu che nun je scunfinfera tantu. Sta a urganizzà i posti pe discore in tutte e graziò.. vole fa le faccenne per bè..


(S) sarà.. ma alla fi cusa voi che pijerà.. cusa pensa de dientà giudice..


(\'R) .. cusa i capidu.. po esse pure che se pierà pogo.. pole esse che cul pogo a calchd\'un \'natro je pole bastà pe dientà sinnigu.. dopo baratterà calche cà…miga sarà propriu tontu!


(S).. ma dime l\'aucaducu fa….


(\'R) l\'aucadu sta \'nte \'na botte de feru… pare che drentu a quelli de destra calchid\'uno de quelli che contane ha fattu a cagnara cu quellu de Ancona e ja dittu che nun tirerà forà un soldu se il duttore vole cure.. pure\'nantru ha discorso a bruttu muso cu \'l duttore.. le faccenne se rpianeranne \'ntra merculdi e venerdì.. vedarai se nun \'è veru! Me l\'ha dittu uno che ce sta drentu a se faccenne e che cu quessi ce discore.. eppò che sgapperà fora pure un manifestu!


(S) ..ecculi u curidori, stade attente a le curve che nun\'c\'enne le \'mballe.. se cascane se polene fa male…


LA PRIMA PUNTATA : La politica vista da... Savì! \'Un gallu solu canterà\'

LA SECONDA PUNTATA : Savì, un gallu solu canterà: \'Adè le faccenne s\'enne \'ntrecciade eppure multubè...\'

LA TERZA PUNTATA : Savì: Solu un gallu canterà... E si fusse \'na gallina?!

LA QUARTA PUNTATA : Savì: Solu un gallu canterà...anche il dottore la pensa così!

LA QUINTA PUNTATA : Savì e \'Rminiu alle prese con \'l sundaggiu: i conti non tornano...

LA SESTA PUNTATA : Savì e \'Rminiu: \'Parene tanti ma enne poghi...\'

LA SETTIMA PUNTATA : Savì e \'Rminiu: la cunfusiò enne tanta...ma qualco cumenza a quijà







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-03-2009 alle 19:43 sul giornale del 07 marzo 2009 - 1273 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, satira, Savì





logoEV