utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Latini: le nostre proposte sono per il bene e la tutela dei lavoratori

5' di lettura
907

La bagarre scatenata sulla crisi del commercio è superficiale e mostra grave disattenzione alla questione. Gli agricoltori che da anni soffrono la crisi, gli operai in cassa integrazione, i piccoli imprenditori sono per noi alla pari dei dipendenti del Mercatone Zeta e del Cityper Le Fornaci. Si deve cercare di tutelare tutte le posizioni. E\' ciò che il Comune, nelle sue possibilità, sta cercando di fare....

Per l\'Amministrazione Comunale chi ha perso o rischia di perdere il posto di lavoro è uguale indipendentemente da dove lavori.
Da due mesi monitoriamo la situazione di tutte le attività economiche in crisi.

Gli altri arrivano tardi. La bagarre scatenata sulla crisi del commercio è superficiale e mostra grave disattenzione alla questione. Gli agricoltori che da anni soffrono la crisi, gli operai in cassa integrazione, i piccoli imprenditori sono per noi alla pari dei dipendenti del Mercatone Zeta e del Cityper Le Fornaci. Si deve cercare di tutelare tutte le posizioni. E\' ciò che il Comune, nelle sue possibilità, sta cercando di fare.



Lavoratori Cityper e altro


L\'azienda ha tutto il diritto di mettere in atto le proprie strategie aziendali nel solco della difesa della stessa e di chi vi lavora. Per quanto riguarda il Comune di Osimo il segnale che si manda all\'azienda è che senza garanzia per i precari gli accordi assunti per il trasferimento e l\'apertura del City in via Molino Basso vengono sospesi sine die.

L\'interesse della città è che ci sia lavoro per tutti e non che a rimetterci siano i più deboli. Garanzie di stabilità nel medio periodo per i lavoratori assunti dovranno darle pure la Lidl che aprirà entro l\'anno in via Fagioli e la Ds o il Conad che pure dovrà aprire i battenti a Passatempo. Così pure il nuovo Albergo nell\'ex Odissea.

I soggetti interessati sono venuti in Comune indicando esattamente quanti posti di lavoro intendevano occupare, ora devono mantenere gli impegni se vogliono avviare attività che comportano l\'utilizzo del suolo.




Monte Camillone


Premesso che il Parco Commerciale è situato sul territorio di Castelfidardo e che il Comune di Osimo ad oggi non ha modificato la propria posizione di diniego al progetto, che rimane tale dopo la ufficiale presa di posizione della Confcommercio vi è da dire che nelle ultime ufficiose indicazioni del soggetto proponente è stato messo sul piatto:

1) l\'intero risanamento del Fosso Rigo e dell\'asta fluviale dell\'Aspio per un importo di oltre 5 milioni di euro;

2) la realizzazione del by-pass di Osimo Stazione e il completamento di via Sbozzola nel tratto da via d\'Ancona e via dell\'Industria-via Pastore e soprattutto il riutilizzo di tutti i lavoratori del settore oggi in mobilità e comunque per oltre 700 unità.

Ora, se appena tre anni fa, in un periodo di vacche grasse per il lavoro, la Provincia si era strabattuta per portare l\'Ikea sulla promessa (espressa allora dall\'assessore Sagramola) di avere 500 nuovi posti di lavoro (oggi poco più di 250 dicono molti precari) l\'invito che facevano e fanno le Liste Civiche è quello di andare a vedere le carte del soggetto e smascherarlo se, come tutti ritengono, non è in grado di mantenerle. In ogni caso, per Osimo, la posizione non cambia.



Negozio Kilometro zero

L\'idea del capogruppo delle Liste Civiche, rilanciata in altre versioni pure dall\'assessore regionale Badiali, sarà concretizzata dalla Amministrazione Comunale con l\'apertura di un punto-vendita sicuramente in via De Gasperi e forse anche nell\'attuale mercato delle erbe.



Aiuto a coloro che sono in difficoltà

La Sinistra non conosce sicuramente tutti i bonus e gli sconti messi in piedi dal Comune di Osimo in termini di utenze, locazioni, spese scolastiche, assistenze domiciliari e aiuto alle famiglie che soffrono di più la crisi. L\'invito è che i rappresentanti della Sinistra vengano un giorno qualsiasi in Comune presso i Servizi Sociali per vedere tutti i concreti interventi posti in essere. Apposito capitolo del 2007 è stato recentemente pubblicato sul blog. A breve toccherà a quelli del 2008 e dei primi mesi del 2009, molto più significativi in termini di soldi pubblici distribuiti alla gente in difficoltà.


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-02-2009 alle 19:41 sul giornale del 27 febbraio 2009 - 907 letture