Amici animali: scatta la diffida contro l\'abbattimento dei piccioni

3' di lettura 21/10/2008 - Alleghiamo alla presente la diffida spedita dal Nucleo di Vigilanza ambientale ed zoofila di Ancona al Sindaco di Osimo contro la decisione di uccidere i piccioni a mezzo dicacciatori. La nostra Associazione ha proposto in passato misure alternative, ecologiche per risolvere il problema, che però non sono state prese in considerazione. Anche la LAV, la LIPU e il WWF, da noi debitamente avvisate,
si stanno attivando per diffidare il Sindaco di Osimo dal portare avanti tale progetto sanguinario e contro la legge.

Oggetto: Diffida

Il sottoscritto Vittorio Baldarelli, coordinatore del Nucleo Vigilanza Ambientale e Zoofila, residente per la funzione presso il predetto Nucleo in Via Vittorio Veneto 11, 60100 Ancona

Visto

Il sito istituzionale del Comune di Osimo (http://www.comune.osimo.an.it/comune/ ), sezione Blog Sindaco, l\' articolo del 15.10.08 \"Il Comune intensifica le misure per il controllo dei piccioni\" in cui si annuncia che \"il Comune ……. ha deciso di procedere all\'abbattimento di esemplari, mediante armi da fuoco, nelle aree rurali………..\"

La Sentenza n° 2598 del 26.01.2004 Sez. 3 della Suprema Corte di Cassazione (allegato)

Gli artt. 2, 18 comma 2, 19 e 30 comma 1 lettera h della Legge 157/92

L\'art. 323 Codice Penale

Diffida

Il Sindaco del Comune di Osimo o la Giunta Comunale ad astenersi da ogni deliberazione o alternativamente al ritiro di ogni deliberazione in tal senso, diretta all\'abbattimento da parte di soggetti privati di esemplari della specie Piccione Selvatico o Torraiolo \"columbia livia ssp\" su popolazioni viventi in stato di libertà naturale nel Comune di Osimo, per manifesta violazione della Legge 157/92 articoli 2, 18 comma 2, 19 e 30 comma 1 lettera h, come meglio specificato nella allegata Sentenza n° 2598 del 26.01.2004 Sez. 3 della Suprema Corte di Cassazione.

Rileva inoltre

La fattispecie di abbattimento di esemplari di Piccione Selvatico o Torraiolo \"columbia livia ssp\" integra il reato di cui all\'art. 30 comma 1 lettera h della Legge 157/1992;

Che, anche se fosse dimostrato che la specie Piccione Selvatico o Torraiolo \"columbia livia ssp\" fosse esclusa dall\'applicazione della Legge 157/92, (cosa che comunque viene negata dalla Suprema Corte) non sarebbe possibile per i possessori di Porto d\'Armi ad uso caccia usare armi da fuoco in luogo pubblico od aperto al pubblico per l\'abbattimento di esemplari Piccione Selvatico o Torraiolo \"columbia livia ssp\"

Infatti il Porto d\'armi ad uso caccia abilita il possessore all\'ESCLUSIVO uso venatorio nel contesto della Legge 157/92

La violazione dell\'art 19 della Legge 157/92 che assegna le specifiche potestà autorizzative alla Regione, ora delegate alla Provincia, in caso di provvedimenti autorizzativi di qualunque specie e natura in deroga alla Legge 157/92.

Si sottolinea la completa ed assoluta mancanza di potestà autorizzativa da parte del Sindaco o della Giunta Comunale in materia di abbattimento di specie della fauna selvatica.

Si diffidano

inoltre, per quanto sopra esposto, tutti i soggetti eventualmente autorizzati all\'abbattimento riportati in qualsiasi delibera od atto autorizzativo di astenersi dall\'abbattimento di esemplari allo stato libero nel Comune di Osimo della specie Piccione Selvatico o Torraiolo \"columbia livia ssp\", dalla detenzione di esemplari vivi o morti e dal porto d\'arma ad uso caccia in luogo pubblico od aperto al pubblico fuori dei casi previsti dalla Legge 157/92.

Sarà onere del Sindaco del Comune di Osimo dare massima rilevanza della presente diffida a tutti i soggetti interessati, anche non in indirizzo.

In violazione di ogni norma prevista da Leggi da parte di chiunque, si procederà in tutte le sedi ritenute opportune.

              Vittorio Baldarelli G.P.G.

Coordinatore Nucleo Vigilanza Ambientale e Zoofila






Questo è un articolo pubblicato il 21-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 21 ottobre 2008 - 2943 letture

In questo articolo si parla di animali, osimo





logoEV
logoEV