Una medaglia per il paraolimpionico Andrea Cionna

Olimpiadi Pechino 3' di lettura 18/10/2008 - Una medaglia d’oro con il simbolo della Regione ad Andrea Cionna (maratona), Giorgio Farroni (ciclismo) e Antonio Martella (tiro a segno) per ringraziarli di aver tenuto alta la bandiera marchigiana alle Paralimpiadi di Pechino dal 6 al 17 settembre.

Il riconoscimento è stato consegnato questa mattina dal presidente della Regione Gian Mario Spacca e l’assessore alla sanità Almerino Mezzolani che si sono complimentati per i positivi i risultati che i tre atleti hanno conseguito in Cina. Farroni è addirittura riuscito a salire sul podio. Per lui medaglia di bronzo nella gara su strada che si è tenuta sul circuito della Ming Tomb Reservoir Road, alla periferia della capitale cinese.


Il 32enne Farroni (tesserato Anthropos Civitanova Marche) ha conquistato il terzo posto nella categoria mista CP1/CP2 con il tempo di 48\'34\'\'13 dietro all\'inglese David Stone e al sudafricano Riaan Nel. Il maratoneta Andrea Cionna (Atletica Amatori Osimo) si è classificato all 7° posto, con il tempo di 2h 36``41\". Un gran bel piazzamento anche se l’atleta è stato penalizzato dall’accorpamento delle categorie vedenti e non vedenti. Cionna infatti, è stato il primo dei non vedenti, la sua categoria. Infine nel tiro a segno, Antonio Martella (Unione S. stefano Sport di Porto Potenza Picena) assente stamattina per un imprevisto improvviso, ha centrato un quinto posto in gara, con 570 punti nella specialità della Sport Pistol, e un settimo posto nella finalissima. Per Martella il primato di essere stato l\'unico italiano del tiro a segno ad aver disputato una finale alle Paralimpiadi Pechino 2008.


“Siamo orgogliosi – ha detto Spacca consegnando le medaglie alla presenza del presidente del Comitato Paralimpico Italiano per le Marche Luca Savoiardi – per come questi atleti hanno rappresentato la Regione. Oggi li ringraziamo non solo nella nostra veste istituzionale ma come comunità regionale. Il loro impegno quotidiano che li ha portati ad ottenere questi risultati è un esempio per tutti. Li premiamo quindi con quella medaglia d’oro che per poco è sfuggita loro a Pechino”. E’ seguito il ringraziamento di Mezzolani “per aver portato i colori Azzurri e quelli della nostra Regione nel mondo e per aver dimostrato di essere campioni nello sport ma soprattutto nella vita”. Cionna e Farroni che si allenano facendo 30 km al giorno a piedi il primo e 130-150 Km al giorno il secondo, hanno quindi raccontato la loro esperienza. Cionna nonostante l’inghippo dell’accorpamento delle categorie si è detto soddisfatto per l’esperienza vissuta. “Per la prima volta – ha detto – ho gareggiato in uno stadio sempre stracolmo e calorosissimo e l’emozione è stata davvero indimenticabile”. Lo sportivo il 2 novembre sarà a New York per la tradizionale maratona e sta già pensando all’appuntamento olimpico di Londra. “Nella mia disciplina – ha spiegato – l’età non è un punto a sfavore perché in gara più esperienza hai e meglio è”. Farroni ha mostrato al collo la medaglia di bronzo che ha suscitato la curiosità di tutti i presenti:”Questa medaglia – ha sottolineato – mi ripaga di tutti gli sforzi fatti per ottenerla e la dedico ha chi mi è stato vicino e ha creduto nelle mie capacità”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 18 ottobre 2008 - 1012 letture

In questo articolo si parla di regione marche, olimpiadi, sport, pechino





logoEV
logoEV