Decoro dell\'arredo urbano: nuove regole e multe

2' di lettura 18/10/2008 - La Giunta Municipale ha espresso parere favorevole su due ordinanze sindacali riguardanti misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e finalizzate alla prevenzione  del degrado urbano.

La Giunta Municipale ha espresso parere favorevole su due ordinanze sindacali riguardanti misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e finalizzate alla prevenzione del degrado urbano.


Con la prima si vieta di mettere in atto su tutto il territorio comunale qualunque attività incompatibile con la conservazione dei beni comunali o che ne comprometta il decoro, la dignità, la sicurezza, la pulizia. In particolare, con tale ordinanza, si fa divieto nelle piazze, nelle aree adibite alla sosta, nelle aree pubbliche e dintorni, nei parcheggi ed aree antistanti strutture commerciali, nei punti di ritrovo per giovani, in prossimità dei luoghi di culto, nei giardini pubblici, nelle aree sportive,nonchè su strade e marciapiedi di:


deturpare e imbrattare con disegni e scritte simili i monumenti, le facciate degli edifici e la pavimentazione stradale; circolare con veicoli a motore all\'interno di aiuole e giardini; affiggere volantini agli alberi o ai cartelli stradali; insudiciare e abbandonare rifiuti o materiali di qualsiasi natura; lavare animali alle fontane pubbliche; lasciare i propri animali incustoditi; arrampicarsi sugli alberi, sui monumenti, sulle fontane pubbliche e sui pali della pubblica illuminazione; passeggiare e sostare a torso nudo, bivaccare o sistemare giacigli.

Le trasgressioni saranno punite con sanzione amministrativa pecuniaria dai 25 a 500 euro.


Con la seconda ordinanza si vieta di danneggiare, deturpare, imbrattare con scritte, disegni, macchie e altre forme gli edifici pubblici, gli edifici privati prospicenti aree pubbliche, i monumenti, i muri in genere, le panchine, le carreggiate, i marciapiedi, i parapetti di ponti, gli alberi e qualsiasi altro manufatto. Anche in questo caso, la violazione sarà sanzionata con una ammenda da 25 a 500 euro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 18 ottobre 2008 - 948 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, dino latini, Comune di Osimo





logoEV
logoEV