utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Andreoni (PD): scuola civica, quell\'emendamento bocciato...

2' di lettura
1061

Colgo favorevolmente la sollecitazione posta da Monsignor Capitani circa la necessità di una formazione politica delle nuove generazioni. Nel 2005 tutta la parte politica che rappresento votò a favore della delibera per la costituzione di una scuola civica.

Colgo favorevolmente la sollecitazione posta da Monsignor Capitani circa la necessità di una formazione politica delle nuove generazioni. Nel 2005 tutta la parte politica che rappresento votò a favore della delibera per la costituzione di una scuola civica. Noi ne condividemmo lo spirito e il dispositivo di delibera, in sede di consiglio comunale, venne notevolmente migliorato dai contributi venuti dai gruppi consiliari e da tutto il Consiglio. La delibera rimase solo un buon atto d\'indirizzo e nulla più.


Nel 2007, in fase di approvazione del bilancio di previsione, io ed altri consiglieri comunali presentammo un emendamento affinché fossero disposte risorse per la realizzazione della scuola civica. Purtroppo tale iniziativa venne respinta con gli 11 voti della maggioranza. Con l\'emendamento il gruppo consiliare da me rappresentato chiedeva che si destinassero risorse per un valore stimato di circa € 50.000,00 di spesa per dare attuazione alla delibera di Consiglio Comunale n° 51 del 18/4/2005 (ad oggi rimasta un buon proposito) per la realizzazione di una Scuola di Formazione Civica - come nelle motivazioni dell\'emendamento - \"al fine di offrire alle giovani generazioni un luogo di formazione politica intesa nel senso della politica \"scienza\" dove sia possibile il confronto, la discussione, la formazione civica alla vita democratica ed alla partecipazione attiva della città\".



La somma di 50.000,00 necessaria per la realizzazione del progetto veniva inoltre individuata nel contributo elargito dalla \"Banca delle Marche\" per fini istituzionali, contributo che l\'Amministrazione Latini ha preferito destinare interamente ad altre attività, sicuramente meno \"istituzionali\" di questa iniziativa.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 08 ottobre 2008 - 1061 letture