Atletica: campionato allievi a Rieti, piovono medaglie!

2' di lettura 07/10/2008 - Cinque!  A scuola non sarebbe un gran voto, ma diventa qualcosa di eccezionale se tante sono le medaglie vinte dagli atleti delle Marche alla 43esima edizione dei Campionati Italiani Allievi/e di Rieti, dove, da venerdì a domenica, erano quasi 1300 in gara per aggiudicarsi uno dei 36 titoli nazionali in palio.

TAMBERI: UN CAMPIONE DI BRONZO
Si era presentato alla rassegna tricolore forte dei 2,01 m con cui una settimana prima in quei di Lignano si era laureato Campione Italiano Studentesco 2008 nel salto in alto. E Gianmarco Tamberi dell’Atletica Fabriano-Osimo non si è smentito, nonostante una pedana bagnatissima e la concorrenza di un numero uno come il saltatore vincentino Giuseppe Carollo, vincitore annunciato con la misura di 2,10 m. Gianmarco stavolta si è fermato a 1,94, centimetri che si sono per lui trasformati in una medaglia di bronzo che ribadisce le enormi potenzialità di questo sedicenne “figlio d’arte” – il cognome Tamberi la dice lunga su questo – che per il momento ancora si divide tra i canestri del basket e la pista di atletica leggera.


SPADONI: RECORD A UN PASSO DAL PODIO
Quelli delle Marche sono davvero ostacolisti doc. Daniela Spadoni (Cus Urbino), campionessa uscente dei 100hs, vola sulle barriere alte in 14.31. Quarto posto in finale ad un solo centesimo dal bronzo, ma soprattutto il primato regionale di categoria, già da lei ritoccato quindici giorni fa a Fano (14.38), limato di altri 7 centesimi. Nei 400hs hanno, invece, fatto grandi cose Francesco Pellicani (Atl. Recanati) e Lorenzo Veroli (Atl. Montecassiano), rispettivamente quarto e quinto con i propri personal best portati a 54.45 (54.60b) e 54.96 (55.37b). Nella marcia si fa notare tra le migliori d’Italia Medith Paoletti (Apos Corridonia), quinta nei 5 km in 25:09.60. Colleziona, invece, due secondi posti Massimiliano Strappato (Atl. Amatori Osimo) negli 800 (1:57.61) e nei 1500 (4:06.57), gara in cui ha preceduto Stefano Massimi (ASA – 4:06.61). Sesta pure Elisa Cesari (Atl. Amatori Osimo) che ha corso i 3000 m in 10:36.58. Mentre un discorso a parte lo merita Lorenzo Angelini (Atl. Avis Fano), squalificato per colpa di una discutibile falsa partenza nei 100 – specialità in cui era accreditato con l’11.09 del suo bronzo ai GSS di Lignano – si è parzialmente rifatto nei 200 dove ha tagliato il traguardo per sesto in 22.67, dopo aver portato in batteria a 22.19 il suo record personale. Da tenere d’occhio…





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 07 ottobre 2008 - 944 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche





logoEV
logoEV