Castelfidardo: Sì, al nuovo mercato ambulante

mercato 2' di lettura 10/07/2008 - Il rilancio e la riqualificazione del mercato ambulante di Castelfidardo passa per il progetto di riorganizzazione, che comprende tutti gli interventi previsti a porta Marina, e lo studio di una soluzione che garantisca il facile accesso del trasporto pubblico nel centro storico, attraverso il ritorno dei mezzi pubblici o l\'istituzione di una navetta a transito continuo.

Il rilancio e la riqualificazione del mercato ambulante di Castelfidardo passa per il progetto di riorganizzazione, che comprende tutti gli interventi previsti a porta Marina, e lo studio di una soluzione che garantisca il facile accesso del trasporto pubblico nel centro storico, attraverso il ritorno dei mezzi pubblici o l\'istituzione di una navetta a transito continuo.

Il piano di recupero è stato condiviso dall\'amministrazione locale, dalla Confcommercio, coordinata dal Presidente Regionale della FIVA Battistoni Alfredo e dal suo Vice Presidente Alfredo Baiocchi, e dalla Confesercenti che hanno programmato ogni passaggio.


Il via dei lavori che interesseranno il salotto cittadino \"Porta Marina\", è previsto per la fine di settembre di quest\'anno e il nuovo mercato ambulante dovrebbe essere operante per la primavera del 2009.

Il progetto di riqualificazione del mercato ambulante, che prevede anche promozioni, realizzazione di piantine tematiche e cartelloni ha la finalità di garantire una maggiore fruibilità agli utenti e allo stesso tempo la possibilità per gli ambulanti di operare con più efficacia.


Ricordiamo che l\'amministrazione ha dovuto studiare la ricollocazione del mercato settimanale del lunedì per risolvere problematiche che negli anni si erano presentate come la necessità di garantire l\'accesso e l\'uscita dalle proprietà private, il transito dei mezzi di soccorso o di pronto intervento, e per decongestionare il traffico cittadino in alcune vie centrali.

Dovevano inoltre essere attuati gli adeguamenti in ottemperanza all\'ordinanza del Ministero della Salute del 2002 sui requisiti igienico sanitari per il commercio di alimenti su aree pubbliche.


Inoltre è stata assecondata l\'esigenza di creare un contenitore più ampio per soddisfare le accresciute esigenze di spazio dei mezzi degli operatori.

Una ristrutturazione del mercato comporta sempre dei disagi per i commercianti e dei problemi di adattamento ma crediamo che il Comune e le Associazioni di Categoria abbiano operato per un efficace risoluzione delle problematiche e con lo spirito di cambiare per migliorare e riqualificare lo stato delle cose.






Questo è un articolo pubblicato il 10-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 10 luglio 2008 - 1785 letture

In questo articolo si parla di





logoEV