LUPO: furto dell\'Afrodite, si piazzino le spy cam dove c\'è davvero bisogno

2' di lettura 04/07/2008 - Salvaguardia del patrimonio artistico e culturale della città: perchè non si è pensato di mettere le probabilmente uniche spy-cam che sarebbero state necessarie?

Abbiamo appreso con sconcerto del furto perpetrato nell\'atrio comunale dove da mesi sembra sia scomparsa una statua di afrodite di epoca romanica e ci chiediamo di quale sicurezza garantita da patetiche ronde di giustizieri in pensione o da ben remunerative (per chi le installa e chi le fa installare) telecamere-spione si vada cianciando; ce lo chiediamo al pari di tanti nostri concittadini che in questi mesi si sono sentiti rintronare la testa dei tanti input securitari, partiti dall\'amministrazione comunale e dai partiti di destra, sempre scontati nel cavalcare le psicosi di massa indotte ad arte per far dimenticare i veri problemi, per poi vederci il territorio intasato di spioni elettronici utili a riprendere i clienti di locali non in linea con il trend bacchettone che si cerca di imporre in città, o magari a riprendere qualche imbarazzante incontro clandestino, ma evidentemente inadeguate a tutelare i veri interessi alla sicurezza ed alla privatezza dei cittadini.


E le reali questioni inerenti la sicurezza sono ben altre: quelle delle norme da far rispettare sui cantieri di lavoro, quelle relativa ad un ambiente devastato dalle colate di cemento, quelle dell\'inquinamento e della minaccia alla salute ed ora c\'è da aggiungere anche la salvaguardia del patrimonio artistico e culturale della città per il quale non si è pensato di mettere le probabilmente uniche spy-cam che sarebbero state necessarie, telecamere delle quali si è abusato e si continua ad abusare con i soldi dei contribuenti per sollecitare le fregole voyeuristiche dei nostri repressori preventivi che evidentemente non prevengono un bel niente.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 04 luglio 2008 - 1186 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, l.u.p.o.





logoEV
logoEV