utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

In ricordo di Paolo Angeletti

2' di lettura
1784

La CGIL ricorda Paolo Angeletti, Segretario  della Lega di Osimo-Zona Sud del Sindacato Pensionati della CGIL, Presidente del Comitato Direttivo regionale dello SPI e componente dei Direttivi CGIL provinciale e regionale, Consigliere Comunale tra gli anni \'70 e \'80, nelle file dell\'opposizione dell\'allora PCI.

Ci sono persone che informano di sé la vita degli altri, senza quasi che farsi notare: con mite determinazione, unendo preparazione e concreto agire.

Mescolando, per una vita intera, passione ed interesse per gli altri - per la propria famiglia innanzitutto - con un impegno sociale e politico coerente ed eticamente rigoroso: verso gli altri come verso di sé.

Nonostante e a dispetto della malattia che lo aveva colto giovane e lo aveva portato, oltre dieci anni fa, al trapianto di cuore ed al conseguente pensionamento anticipato da ferroviere.


Questo è stato Paolo Angeletti, spentosi sabato scorso a Milano - a soli 58 anni e dopo un lungo periodo di sofferenze- le cui esequie si sono svolte oggi alla chiesa di S.Paterniano di Osimo.

Segretario della Lega di Osimo-Zona Sud del Sindacato Pensionati della CGIL, Presidente del Comitato Direttivo regionale dello SPI e componente dei Direttivi CGIL provinciale e regionale, Paolo ha costruito il suo pur sofferto percorso di vita con una presenza assidua e coerente nella vita politica e civile di Osimo e del territorio circostante.

Consigliere Comunale tra gli anni \'70 e \'80, nelle file dell\'opposizione dell\'allora PCI, si distinse per la costante ricerca di una reale trasparenza amministrativa nelle vicende di governo locali e per la permanente apertura alle istanze dei soggetti più deboli.


Militante da sempre della CGIL, negli anni \'90 inizia una esperienza sempre più intensa e significativa, che lo vede presto alla direzione del Sindacato Pensionati e fortemente impegnato nella contrattazione con i Comuni della Zona Sud.

Conosciuto e stimato non solo ad Osimo, sotto la sua guida SPI CGIL raggiunge il massimo storico delle adesioni e la presenza della CGIL e dei suoi servizi si allarga nel territorio (Filottrano, Loreto,Sirolo-Numana, Offagna).


A noi resta il ricordo dell\'uomo e delle sue qualità:umanità aperta e schietta; politica e sindacato come \"spirito di servizio\" alla comunità; profondi principi solidaristici; inusuale capacità di coniugare con efficacia idealità, studio e pragmaticità.

Un insegnamento e un messaggio , per i quali Paolo continuerà ad essere con noi e con la CGIL : il suo sindacato.


ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 11-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 11 giugno 2008 - 1784 letture