Ospedale di Rete: area di S.Sabino insufficiente

1' di lettura 30/11/-0001 -
Per l’Ospedale di Rete e l’Inrca, pur restando fisicamente due entità distinte, è prevista una sola sede. La superficie già individuata di San Sabino risulterebbe a detta della Regione essere insufficiente a contenerle entrambe.

di Michela Sbaffo
redazione@vivereosimo.it


Ospedale di rete, la questione della localizzazione torna in primo piano. A seguito del documento con cui la Regione ha espresso ufficialmente la propria volontà di stabilire la nuova struttura in territorio osimano, affiancata dalla futura sede Inrca, si è tenuto martedì 5 Febbraio un ulteriore incontro tra il Comune e i vertici regionali.

A riguardo di questo colloquio ha relazionato l’assessore Francesca Triscari mercoledì 6 in Sala Gialla: “Per l’Ospedale di Rete e l’Inrca, pur restando fisicamente due entità distinte, è prevista una sola sede. La superficie già individuata di San Sabino risulterebbe a detta della Regione essere insufficiente a contenerle entrambe. Noi abbiamo proposto che venga valutata la possibilità di ampliare tale area.”

Di localizzazione si è continuato a discutere venerdì 8 alle 19 in un incontro in sede municipale che ha coinvolto tutti i sindaci dei comuni interessati alla problematica.

Il Sindaco Dino Latini, nell’arco delle sue comunicazioni ai consiglieri, ha affermato di aver inviato una missiva al collega anconetano Fabio Sturani: “Per mantenere il dialogo tra i comuni ed evitare spiacevoli evenienze, ora che la Regione ha espresso la volontà di posizionare l’Inrca fuori dal territorio anconetano.”






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 febbraio 2008 - 1455 letture

In questo articolo si parla di





logoEV