Santuario S.Giuseppe: 19.600 pellegrini nel 2007

2' di lettura 30/11/-0001 -
Le vie del turismo osimano passano per il Santuario di San Giuseppe da Copertino. Pace, raccoglimento e preghiera consacrano la Basilica al ruolo di meta ideale per una nutrita cerchia di pellegrini, provenienti non solo da tutta Italia ma da tutto il mondo. .

di Michela Sbaffo
redazione@vivereosimo.it


Le vie del turismo osimano passano per il Santuario di San Giuseppe da Copertino. Pace, raccoglimento e preghiera consacrano la Basilica al ruolo di meta ideale per una nutrita cerchia di pellegrini, provenienti non solo da tutta Italia ma da tutto il mondo. I dati relativi all’afflusso di comitive al Santuario nel passato anno 2007 parlano chiaro: 19.600 in totale i visitatori.

Neanche a dirlo, il mese più denso di frequentazioni è Settembre con 3.988 pellegrini, ma un flusso in positivo di tutto rispetto si è registrato tra i mesi di Marzo e Giugno, con un picco di 3.655 presenze ad Agosto. “Questi dati si riferiscono solo ai pellegrini che fanno parte di comitive –spiega Padre Giulio Berrettoni, rettore del Santuario– per cui, se volessimo considerare anche i singoli fedeli in visita, le stesse cifre dovrebbero approssimativamente raddoppiare.”

A far da traino, tre momenti importanti della vita della Basilica: i 100 giorni dagli esami, dedicato agli studenti, le celebrazioni per S.Giuseppe di Settembre con l’indulgenza plenaria per i visitatori, e la felice circostanza dell’Agorà dei Giovani a Loreto. Gli stranieri più numerosi vengono dagli USA, ma non mancano Filippine, Argentina, Messico, Russia e diversi stati europei.

Nuove risorse per il turismo osimano, dato per consolidata la triade Santuario di San Giuseppe, Cattedrale di San Leopardo e Grotte degli ex-cantinoni, ovvero il percorso tipico di chi visita la città Senza Testa, potrebbero venire da un concorso di idee tutto incentrato sull’offerta turistica, Cohabitat - “Genius Loci”.

Il 15 marzo scade il termine per partecipare a questa iniziativa che prevede il finanziamento di piani di lavoro relativi al turismo: i progetti possono essere presentati da soggetti pubblici o privati entro tale data all’Ufficio Cultura del Comune e devono individuare strategie per lo sviluppo turistico senza ovviamente venir meno al rispetto delle tradizioni e alla salvaguardia del paesaggio. Il bando è online sul sito comunale.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 febbraio 2008 - 1443 letture

In questo articolo si parla di





logoEV