utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Festeggia i 24 anni la Befana Artigiana della Confartigianato

2' di lettura
1357

24° Edizione della Befana Artigiana: al Palabaldinelli di Osimo consegnati 1.500 pacchi dono ai bambini provenienti da tutta la provincia.

da Confartigianato

La manifestazione è tornata puntuale anche quest’anno e si è svolta come da tradizione il 6 gennaio a partire dalle ore 9.30 presso il PalaBaldinelli di Osimo. Una Befana “ ecologica” quella di quest’anno. Il rispetto dell’ambiente e della natura infatti hanno fatto da filo conduttore della festa.

Sono stati consegnati più di 1.500 pacchi dono ai figli degli artigiani, bambini provenienti da tutta la provincia confluiti a Osimo per fare festa insieme, giocare e festeggiare l’arrivo della “ Vecchia Signora”.

Non si conosce ne in quale regione ne in quale città sia nata la festa della Befana. Ma le cronache dicono che se ne parlava fin dal 1200. Il termine Befana deriva da Epifania, che é stato tramutato poi in Beffania in ricordo pare della “Strega di Beffania” che secondo la leggenda volava sui tetti delle case nella notte del 5 gennaio. Con il passare degli anni poi si tramutò in “ Befana”.

La Befana Confartigianato che si rinnova con successo di anno in anno, vede sempre la partecipazione di centinaia di bambini che aspettano con ansia questo momento poiché si tratta di una festa dedicata interamente a loro.

Per la Befana 2008 della Confartigianato ci sono state, come nella migliore tradizione, dolci e caramelle ; un ottimo momento di socializzazione di allegria e di divertimento per tutti grazie anche allo show che ha coinvolto i bambini in numerosi giochi di animazione.

La Befana artigiana, rappresenta uno dei primi appuntamenti in casa Confartigianato ed é uno dei più attesi proprio perché coinvolge tanti bambini, ed é anche una occasione per sensibilizzare alla cultura del fare e ai mestieri artigiani.

Molto suggestiva la leggenda della Befana che narra la storia della vecchina. I Re Magi un giorno carichi di doni partirono per raggiungere Gesù Bambino. Attraversarono numerosi paesi e la gente si univa a loro. Solo una vecchietta non volle seguirli. Il giorno dopo però si pentì di quella decisione e cercò di raggiungere i re Magi ma era ormai troppo tardi.

La leggenda narra dunque che da allora ogni anno nella notte fra il cinque e il sei gennaio, la Befana vola a cavallo di una scopa, con un sacco pieno di regali per portare i doni ai bambini.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 gennaio 2008 - 1357 letture