utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Nervoso l'avvio della discussione sul PRG alla Sala Gialla

2' di lettura
1113

Sala Gialla nervosa all’avvio della discussione sul piano regolatore, cominciata ieri nel tardo pomeriggio. Tutti i consiglieri presenti, eccetto Strologo.

di Michela Sbaffo
redazione@vivereosimo.it

Sala Gialla nervosa all’avvio della discussione sul piano regolatore, cominciata ieri nel tardo pomeriggio. 78 le schede contenenti i rilievi mossi dall’ente provinciale alla variante generale al PRG di Osimo, illustrate in un elaborato della lunghezza complessiva di 150 pagine; per rispondere a esse lo staff tecnico osimano ha prodotto un documento istruttorio unico e voluminoso almeno il doppio.

“Ci siamo orientati verso tre tipi di risposta –ha spiegato l’ing. Ermanno Frontaloni, al momento di presentare l’atto –adeguamento al rilievo, adeguamento con modifiche, o controdeduzione.” Con controdeduzione si intende la volontà, motivata, del Comune di conservare il progetto originario.

Per il 70% dei rilievi provinciali i tecnici hanno scelto l’adeguamento (con o senza modifica), per il restante 30% hanno preferito controdedurre. Le controdeduzioni sono state raccolte in un unico documento proposto ieri alla Sala Gialla.

Tutti i consiglieri erano presenti, eccetto Giovanni Strologo (FI). I rappresentanti di minoranza hanno immediatamente contestato di aver ricevuto copia del documento solo nella tarda serata di martedì e chiesto quindi di impostare per tutte le controdeduzioni un’esposizione (e relativa votazione) scheda per scheda.

Essendo uno il documento istruttorio e le schede già dalla Provincia sommariamente ordinate per tipi, la consultazione tra il presidente del Consiglio Ginnetti e i tecnici ha optato per una esposizione per categorie, passibile di domande e approfondimento da parte dei consiglieri, con voto unico al termine.

“Se non riusciremo ad avere comunque una visione chiara chiederemo di nuovo che le schede vengano presentate una ad una.” assicurano Alocco (Centro per l’Ulivo) e Andreoni (PD). L’assessore Simoncini spiega: “Presentarle una per una non ha senso, poichè spesso la stessa scheda è contenuta in due o più categorie diverse di rilievi. Sarebbe ridondante.”

Quanto alla documentazione e alla sua trasmissione ai consiglieri, il Sindaco Latini ha specificato che la stessa è stata depositata lunedì pomeriggio in ottemperamento del regolamento comunale e che “ogni altro eventuale atto successivo rappresenta solo una forma di disponibilità e di sensibilità che l'Amministrazione Comunale mette in atto in favore di tutti i Consiglieri Comunali”.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 dicembre 2007 - 1113 letture