utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Latini: ''insisteremo per la costruzione dell'ospedale''

2' di lettura
1268

Latini torna a ribadire dal suo blog che la “posizione dell'Amministrazione Comunale è quella di insistere per la realizzazione dell'opera”. Ma l'invito è a essere realisti.

di Michela Sbaffo
redazione@vivereosimo.it

Ospedale di Rete, il Sindaco Dino Latini, dopo l’approvazione all’unanimità da parte della Sala Gialla di un ordine del giorno in cui si richiedeva di “mettere in atto tutte le iniziative istituzionali e, se non sufficienti, anche di chiara e ferma protesta affinché sia garantita quanto prima la realizzazione dell’Ospedale di Rete in località S. Sabino” torna a ribadire dal suo blog che la “posizione dell'Amministrazione Comunale è quella di insistere per la realizzazione dell'opera”.

L’invito del Primo Cittadino, però, già proposto in sede di Consiglio, è ad essere realisti: “Se la Regione avesse voluto l’Ospedale a S. Sabino, l’avrebbe già fatto da un pezzo.” Per Latini manca la volontà politica e protestare per qualcosa che a priori non si vuol concedere non ha senso. Meglio prepararsi già a uno scenario alternativo.

Accettare la locazione che verrà indicata dalla Regione o progettare da zero una nuova struttura privata. Terza opzione, creare una sinergia che coinvolga INRCA, case di riposo e gli ospedali di Osimo e Loreto, raccogliendo fondi per garantire nuove professionalità e attrezzature, per poi travasare in un futuro tutte queste competenze in una unica struttura.

Villino Verde: il Presidente del Consiglio Achille Ginnetti si difende dalle accuse dell’opposizione e afferma di aver invitato i Presidenti della Iª e IVª Commissione a riunirsi congiuntamente per incontrare il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione Recanatesi, in seguito alla richiesta del presidente don Vincenzo Baiocco.

In base al Regolamento il Presidente del Consiglio ha il compito di assegnare gli argomenti alle Commissioni Consiliari, ma quest’ultime vengono convocate dai rispettivi presidenti, nel caso specifico il consigliere Francioni per la prima e il consigliere Giacco per la quarta.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 dicembre 2007 - 1268 letture