utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Magnalardo (RE): Che fine hanno fatto i soldi per l'Ospedale di Rete?

2' di lettura
1229

Quale rappresentante femminile pro Ospedale di Rete a San Sabino, portavoce di tutte le donne firmatarie e non delle 12077 firme raccolte chiedo al responsabile dove sono finiti i soldi stanziati da anni per la suddetta costruzione.

di Franca Maria Magnalardo
Componente direttivo regionale movimento Repubblicani Europei
Responsabile territorio Ancona Sud -Segretario per Osimo
Quale rappresentante femminile pro Ospedale di Rete a San Sabino, portavoce di tutte le donne firmatarie e non delle 12077 firme raccolte chiedo al responsabile dove sono finiti i soldi stanziati da anni per la suddetta costruzione.

Progetto, denaro speso in cause legali (spesso appiglio di alcuni su cui aggrapparsi), ruspe ormai dileguate. “Giochi di Casta?” Escamotage politico per rinnegare anche il diritto alla salute? Vergogna!

Un ospedale deve essere ubicato dove necessita e se non lo si fà è dovuto ai furbetti di quartiere che per ottenere consensi elettorali lo costruiscono nelle loro roccaforti?

Siamo a un totale degrado di valori, di sperpero di denaro pubblico. La corruzione è tale che il cittadino disorientato non sa più su chi possa contare.

De Magistris e altri prima di lui hanno cercato di fare luce su tanto marcio a rischio della propria vita. Noi donne di tutti i comuni interessati all’Ospedale di rete a San Sabino siamo tante e decise a lottare perché è in gioco la nostra salute e quella dei nostri cari.

Non ci fermarono le menzogne politiche e gli intrighi di palazzo. Ripeto: “Vogliamo sapere se i soldi stanziati sono già destinati a altri lidi”. Se così fosse ne pretendiamo la restituzione e l’avvio immediato dei lavori. Vergogna!

Se ci sarà stato chi ha voluto anteporre i proprio interessi alla salute di tanti cittadini meriterà il disprezzo, l’allontanamento da qualsiasi incarico amministrativo che ha ottenuto con il voto di tanti, che, ignari, hanno riposto la loro fiducia in soggetti senza scrupoli.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 novembre 2007 - 1229 letture