utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Rapina alla Banca di Padiglione: 12.000€ di bottino

2' di lettura
2037

Con un cappello calzato in testa, occhiali da sole e un taglierino il giovane ladro, forte accento meridionale, è entrato lunedì mattina nella Filiale di Padiglione della Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana fingendosi un cliente.

di Michela Sbaffo
redazione@vivereosimo.it

Ha agito da solo: con un cappello calzato in testa, occhiali da sole e un taglierino un giovane tra i 25 e i 30 anni, forte accento meridionale, è entrato lunedì 29 alle 9,10 nella Filiale di Padiglione della Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana fingendosi un cliente.

Con il pretesto di voler fare un versamento si è avvicinato al banco ma, al momento di ricevere il modulo da compilare, ha tirato fuori il taglierino e al grido di “questa è una rapina” ha costretto il direttore a consegnare i soldi della cassa. 12.000 € il bottino, per un colpo messo a segno in appena 3 minuti, secondo la testimonianza fornita dalle telecamere. Allontanatosi a piedi non è chiaro se abbia quindi raggiunto la propria macchina parcheggiata o abbia contato sull’aiuto di un complice.

Nessuna dichiarazione da parte del direttore della filiale e neppure dalla stessa sede centrale della CARIFAC in merito all’accaduto. Un furto rapido e indolore, passato inosservato nella piccola frazione. L’uomo sembra aver calcolato con attenzione il tempo e l’opportunità esatti per agire senza essere intralciato: l’orario mattutino, ovvero quando tutti i negozi di lunedì sono ancora chiusi.

L’area in cui si trova lo sportello bancario, in corrispondenza dell’incrocio tra via Montefanese e via di Jesi, un punto proprio all’ingresso della frazione osimana e sempre molto trafficato, è infatti circondata non solo da complessi residenziali ma anche da diverse attività commerciali.

I titolari degli esercizi riferiscono in modo pressocché unanime di non essersi accorti in alcun modo di quanto accaduto ma solo dell’arrivo improvviso delle volanti dei Carabinieri accompagnate dal rumore dell’elicottero dell’Arma che per diversi minuti ha sorvolato la zona nel tentativo di individuare dall’alto il ladro fuggitivo.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 novembre 2007 - 2037 letture