utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Calcio. Derby amari per Osimana e Passatempese

6' di lettura
1313

I giallorossi battuti dal Piano San Lazzaro al Diana. Gialloblù ko con il Montefano. In Prima Categoria l’Osimo Stazione torna in alto violando Filottrano. Buon punto per il San Biagio col Camerano.

di Giacomo Quattrini
redazione@vivereosimo.it
Seconda sconfitta interna consecutiva per l’Osimana. Un ko pesante, perché patito in un derby atteso e mancando troppe palle gol. Partita scriteriata già in partenza a causa della sciocca espulsione di Agushi al 21’. Il kosovaro, tornato sotto le cinque torri appena 15 giorni fa, si è reso protagonista di una gomitata inutile quanto pericolosa, per l’avversario Cappelli finito in Ospedale e per i propri compagni, costretti a giocare in dieci per oltre un’ora.

L’inferiorità numerica in realtà neanche si noterebbe troppo in campo e per questo il rosso di Agushi pesa oltremodo: se in dieci contro l’undici l’Osimana ha retto bene e creato molto, cosa poteva accadere in parità numerica? Con i se e con i ma non si va lontano, ma l’ingenuità del talento kosovaro può costargli cara.

Il giocatore è funambolico non solo in campo, anche la sua gestione nello spogliatoio non è mai stata semplice e per questo non fu riconfermato la scorsa estate, salvo poi ripensamenti. Ed ora, lo stesso presidente Falcetelli lo definisce “censurabile” e voci di corridoio lo danno a rischio di ennesimo “taglio”. L’errore di Agushi è grave ed imperdonabile, ma ora farne il capro espiatorio della sconfitta sarebbe sbagliato. Contro il Paino il problema maggiore è stato nuovamente la mancanza di concretezza sottoporta.

I giallorossi non brillano certo per cinismo e gli ultimi match lo hanno palesemente confermato. A Chiaravalle, a Fermignano e ancora di più con la Castelfrettese, l’Osimana ha sciupato troppo e raccolto meno del dovuto e di quanto meritasse (l’Osimana ha un’ottima difesa ma anche il terzo peggior attacco con 8 reti). Nel derby attesissimo contro la corazzata Piano San Lazzaro la Lelli-band si è riconfermata poco concreta e la sconfitta per 1-0 ad opera di bomber Cossa in rete al 72’ ferisce più il morale che la classifica.

L’Osimana resta infatti in orbita playoff: quarto posto in coabitazione con Cingolana (2-1 contro la derelitta Vis Pesaro) e Biagio Nazzaro (che blocca 1-1 la capolista Elpidiense-Cascinare). Davanti ai giallorossi la Pergolese (16 punti), il Piano che vola al secondo posto (17) e l’Elpidiense (20) che frena ma mantiene tre punti di vantaggio. Altro inatteso colpaccio esterno della giornata è quello della Vis Macerata, 2-1 ad Urbino. Deludente lo 0-0 nel derby tra Castelfrettese e Jesina.

Clamorosa la situazione nella quale versa l’ambizioso Bikkembers Fossombrone, ko in casa contro la rinata Civitanovese: 11 punti incassati e zona playout ormai realtà tra la sorpresa generale. Il campionato rimane bellissimo e allo stesso tempo indecifrabile. Dai 17 punti del Piano ai 10 della Vigor Senigallia e del Porto S.Elpidio ci sono ben 15 squadre.

Gli unici distacchi, comunque non superiori ai 3 punti, sono in vetta e in coda, dove Vis Pesaro (7 punti) e Monturanese (4) non riescono a rialzarsi, ma hanno ancora molto tempo per provarci. Domenica prossima Lelli farà visita al Montegiorgio, che senza la penalizzazione di 5 punti sarebbe stato secondo, ad una sola lunghezza dalla capolista.

In Promozione ko che brucia e che fa male per la Passatempese. Al Muzio Gallo passa 1-0 il Montefano, in un derby che avrebbe dovuto rilanciare i gialloblu e che invece permette ai viola di entrare in zona playoff. Come per l’Osimana, anche il team di Gasparrini pecca di concretezza sotto porta. Il Montefano in realtà non è sembrato granchè e difatti il gol partita arriva solo all’84’ su calcio di rigore concesso per un fallo commesso da Attili. La Passatempese ci ha provato, ma né Mezzanotte, ne Bandoni ne Gasparrini hanno trovato il bersaglio.

E la classifica piange. terz’ultimo posto con 8 punti, tre in meno dalla zona salvezza. Ma ciò che preoccupa maggiormente è la casella relativa ai gol realizzati: soltanto 3 reti all’attivo. In tutto il dilettantismo marchigiano solo Visso e Potenza Picena in Prima Categoria e Fanano e Vis Stella in Seconda hanno ugualmente realizzato solamente tre gol, ma a differenza di queste i gialloblu hanno due match disputati in più. E’ emergenza vera sottoporta, urge una sterzata, magari intervenendo sul mercato di riparazione.

In Prima Categoria arriva la seconda vittoria consecutiva dell’Osimo Stazione per 1-0 e il sesto risultato utile consecutivo del San Biagio. Le due osimane sono entrambe in zona playoff, l’Osimo Stazione raggiunge al secondo posto con 14 punti Cuparamontana e Monserra, mentre i galletti biancorossi salgono a 13 punti e occupano la quinta piazza col San Marcello, che sabato farà visita alla capolista Offagna.

Dopo aver battuto di misura l’Ostra la Stazione si conferma in ripresa violando Filottrano, nonostante i tanti problemi fisici in attacco e l’addio di Fulgenzi, finito alla Vigor Castelfidardo. Il gol partita arriva per opera di Gerio Paoloni, in una delle poche vere occasioni gol dell’intero match.

Male il Filottrano, poco meglio la locomotiva, ma ciò che conta è rimanere in zona playoff e guadagnare punti importnati in attesa di sorprese che potrebberogiungere dal mercato, soprattutto in attacco.

Il San Biagio torna a giocare al proprio campo sportivo (dove però la tribuna è ancora inopinatamente inagibile). Il quotato Camerano, che proveniva da 3 vittorie consecutive e costruito per vincere il campionato, non riesce mai a sfondare neanche quando al 63’ il San Biagio rimane in 10 per l’espulsione di Ficosecco. Anzi, a rischiare davvero di portare a casa l’intera posta è stato il San Biagio, che in almeno quattro occasioni (con gli attaccanti Polinori e Michele Pesaresi) ha sfiorato il gol vittoria.

Per i biancorossi continua il magic moment e in cascina giungono altri punti preziosi in chiave salvezza, che deve rimanere l’obiettivo primario per il sorprendente gruppo di mister Tacchi. Sabato prossimo la Stazione ospiterà il Cupramontana, per una sfida diretta tre le due vicecapolista, mentre il San Biagio scenderà in campo domenica ad Ostra, contro una neoretrocessa dalla Promozione che cerca il rilancio e il sorpasso sui biancorossi.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 novembre 2007 - 1313 letture