utenti online

Basket. La Robur si sblocca, ma che fatica contro Patti

3' di lettura 30/11/-0001 -
Dopo le sconfitte patite con Firenze e Trapani, l’Edilcost Osimo conquista i primi due punti in campionato battendo la formazione siciliana di coach Sidoti 85-79 soltanto nel finale.

di Giacomo Quattrini
redazione@vivereosimo.it


Che fatica per questa Robur di inizio stagione. Le sconfitte evitabili nelle prime gare giocate (soprattutto quella con Firenze) avevano lasciato tanto amaro in bocca allo staff e ai supporters roburini. Contro Patti, anch’essa a quota zero, erano indispensabili i primi due punti per sbloccare il team e smuovere la classifica. I siciliani si sono mostrati più ostici del previsto, sempre in partita fino a pochi secondi dal termine.

A conti fatti, in realtà, è stata sempre la Robur a condurre le danze. Patti si è trovata avanti solo in avvio (sullo 0-2 e 5-6), poi la Robur ha creato, sciupato e concesso a proprio piacimento. L’importante era vincere, un po’ meno era il come: questo il dato di fatto che tutti avevano considerato alla vigilia e per questo il successo sulla Confcommercio Patti è di quelli salutari, al di la di tutto quanto si è visto nel parquet. L’Edilcost ha chiuso i primi tre quarti aumentando sempre il vantaggio (17-11, 40-33 e 63-52).

Poi Patti decide di non mollare e di tentare l’impresa. Giraldi e Rizzietiello riportano a 1’ dal termine la Confcommercio a soli 3 lunghezze dalla Edilcost, riaprendo incredibilmente la partita. Il divario tecnico tra le due squadre, che avrebbe dovuto pendere dalla parte della Robur, ha invece finito per passare in secondo piano. E difatti Patti è riuscita a rientrare in partita senza mostrare anch’un che di impressionante.

A darle una mano la Robur, ancora troppo imprecisa, soprattutto in avanti. Fondamentali i rimbalzi, offensivi ma anche difensivi, di Pol Bodetto (8 rimbalzi, ben 7 difensivi) e Rezzano (11 totali, 6 difensivi), senza i quali la Robur avrebbe pianto per la terza volta consecutiva. A togliere le castagne dal fuoco è stato però il solito capitan Calbini, che sul più tre Robur a 50’’ dalla sirena infila la tripla che lancia la Robur verso il trionfo. A quel punto il fallo sistematico dei siciliani è servito ben poco, nella misura in cui i tiratori giallorossi dalla lunetta non hanno fallito mai un colpo.

E così la Robur ha potuto, con qualche brivido di troppo e senza brillare più di tanto, a compiere il compitino richiesto. Top scorer del match Gilardi con 22 punti, per Osimo miglior realizzatore è stato invece Pol Bodetto con 18 punti, seguitao con 16 da Rezzano: i due migliori in campo in casa giallorosa. Ancora scostante ed acerbo l’ex Milano Mercante, mentre Cortesi e Andreaus sono gli unici ad aver infilato almeno due triple (solo 5 in totale per la Robur, contro le 8 della Confcommercio Patti).





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 29 ottobre 2007 - 867 letture

In questo articolo si parla di





logoEV