Senza Testa Senza Bitume: ora è il tempo di agire

2' di lettura 30/11/-0001 -
La costruzione dell'impianto di betonaggio va solo fermata, non servono ora incontri, se mai ci sono stati chiesti nel passato: ora si deve solo agire!

da Coordinamento “Senza Testa Senza Bitume”


In data 13 Ottobre il comitato ha fatto pervenire diffida al comune di Osimo e alla Procura della Repubblica in merito alla mancata emanazione dell’ordine di sospensione dei lavori che proprio per gravi irregolarità quali - la non ottemperanza a quanto richiesto dall’ASUR nel parere del 12 Settembre 2006 : “Inoltre, poiché la ditta Calamante svolge attività prevalentemente all’esterno a da luogo ad emissioni di polvere e rumore, dovrà valutare l’impatto ambientale nei confronti degli stabilimenti e abitazioni circostanti ed attuare le conseguenti misure”

Il comune di Osimo ha rilasciato i permessi prima ancora dei pareri favorevoli da parte degli Enti, addirittura quello inerente la concessione pluriennale di acqua pubblica è ancora mancante!

Il Comune di Osimo non ha richiesto l’immediata sospensione dei lavori in quanto i permessi rilasciati il 19 giugno 2006 erano scaduti il 19 giugno 2007.

Non solo non è stata richiesta la VIA, ma non è stata nemmeno attivata la preventiva procedura di verifica dell’Art. 6 della Legge Regionale 7/2004 anche se le opere autorizzate dallo sportello Unico rientrano tra le tipologie progettuali.

L’area dei lavori, che continuano anche se il cartello posto all’inizio del cantiere è stato tolto, è tutelata dalla “Fascia della Continuità Naturalistica e per di più, è stato richiesto dalla ditta Calamante di poter prelevare acqua dalle falde di subalveo del Musone con tutto quello che ne consegue in termini di ulteriore degrado di un bacino acquifero già compromesso!

Dando seguito alla denuncia dell’avv.Fusari per nome del Comitato, anche dei privati cittadini hanno già fatto e faranno esposto alla Procura della Repubblica e al Comando dei Carabinieri di Osimo affinché i lavori ormai abusivi vengano immediatamente fermati, lavori che attualmente si discostano da quelli previsti dalla variante del 19 luglio 2007

Chiediamo alla Procura che vengano immediatamente svolte indagini tese a verificare tali irregolarità e a sospendere i lavori di un’industria altamente insalubre!

A fine manifestazione del 22 Settembre contro il bitume, il comitato in un suo intervento ha espressamente invitato il sindaco ha fermare questo mostro, ma il tenore delle risposte del primo cittadino date alla stampa e alla Rai, sono state diametralmente opposte : nulla ad oggi è stato eccepito alla ditta Calamante e il suo atteggiamento è a dir poco “sconcertante”: l’impianto va e solo fermato, non servono ora incontri se mai ci sono stati chiesti nel passato, ora si deve solo agire!





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 22 ottobre 2007 - 1509 letture

In questo articolo si parla di





logoEV