utenti online

Basket. Dopo due turni la Robur è ancora al palo

7' di lettura 30/11/-0001 -
Due partite giocate e due perse per la nuova Edilcost Osimo di Franco Ciani. Prima la debacle interna con Firenze, poi il ko di Trapani. Partenza in salita per la Robur, ma forse la panchina è più corta del dovuto.

di Giacomo Quattrini
redazione@vivereosimo.it


Non è certo l’avvio di campionato che tutti i supporters roburini si aspettavano. La nuova Robur taRgata Franco Ciani sembrava sulla carta poter riuscire nell’impresa di non far rimpiangere più del dovuto quella di Stefano Cioppi. Come da regola la Robur stecca però l’esordio in campionato, ancora una volta in casa. Nelle ultime due stagioni il team riuscì comunque ad approdare in finale promozione, ma certo il ko con l’Everlast Firenze, al di là delle scaramanzie e dei ricorsi storici, brucia parecchio.

L’Edilcost ha dato la sensazione di poter chiudere la partita già nel primo quarto con un super Bucci, ma Firenze, che non pare così corazzata come lo scorso anno, è dura a morire e più volte si riporta in gara. Non c’è allungo, ne da un versante ne dall’altro. L’Everlast dello scorso anno avrebbe chiuso la partita in un amen contro una Robur dall’attacco così discontinuo ed invece il match rimane aperto fino al 40’, anche perché Firenze non è stata certamente più bella e implacabile della Robur.

A 14 secondi dalla sirena finale Firenze attacca sul 62 pari, dopo che la Robur avanti di 4 aveva fallito ben tre tiri liberi. A quel punto Ciani non chiama il fallo sistematico ma lascia giocare, decisione che si rivelerà controproducente. L’Everlast non perdona e va in vantaggio nel silenzio spettrale dei tifosi giallorossi e la gioia della dozzina di sostenitori fiorentini.

Mancano solo 4 secondi dalla fine e per la Robur pare un’impresa riacciuffare l’incontro. La palla decisiva è nelle mani di capitan Calbini che però fallisce il tiro dell’overtime. Delirio toscano, l’Everlast, probabilmente contro pronostico, sbanca il PalaBaldinelli. Tristezza e delusione infinita.

Nella seconda di campionato Osimo fa visita a Trapani. una delle formazioni più quotate per il salto di categoria. Il match è comunque equilibrato ed anzi la Robur sembra poter centrare il colpaccio nei primi due quarti. Poi il calo, con un parziale nel secondo tempo che premia forse oltre misura i siciliani.

“Ai primi due quarti eccellenti contro il Trapani –afferma coach Ciani nel day after- abbiamo opposto gli ultimi due parziali che non rispondono certo alle nostre caratteristiche. Quella contro la Banca Nuova è una sconfitta che ci sta per come abbiamo affrontato la seconda parte del match. Fa rabbia pensare che si poteva sbancare il PalaIlio solo giocando come abbiano dimostrato di saper fare nei primi due quarti”.

“Nei primi due quarti –ha precisato Ciani- il nostro attacco e la nostra difesa sono stati inappuntabili. Poi, nel terzo quarto, al ritorno in campo dall’intervallo lungo, abbiamo smarrito la via del canestro. Non si possono segnare solo sei punti in dieci minuti! Nonostante questo black out offensivo, siamo riusciti ad andare all’ultimo quarto sotto di uno. Fino a due minuti dal termine del match siamo stati in partita; sotto di quattro punti potevamo ancora farcela: decisivi sono risultati due nostri errori difensivi che hanno permesso al Trapani di allungare verso la vittoria –chiosa il coach ex Livorno”.

Ma non bisogna fare drammi nonostante la classifica pianga. Rabboccarsi le maniche, fare un bagno di umiltà e magari fare anche un pensierino al mercato di riparazione, nel tentativo di allungare un po’ il roster, nella speranza che Mercante cresca e diventi più decisivo.

Ciani intanto si preoccupa solo degli aspetti tecnico-tattici e guarda avanti: “ora –ha concluso il coach dell’Edilcost– sarà fondamentale lavorare per annullare gli errori commessi in Sicilia, trovando una fondamentale continuità offensiva che è l’imperativo, perché in difesa la squadra si è comportata abbastanza bene.

E il prossimo confronto con Patti rappresenta per noi un test molto importante nel quale esprimere tutte le nostre qualità, cercando di non ripetere gli errori commessi a Trapani. E per evitare ciò abbiamo di fronte una intensa settimana di lavoro che giocherà sicuramente a nostro favore”

Di seguito i tabellini di gara delle prime due uscite della Robur nel campionato nazione di serie B d’Eccellenza..

EDILCOST OSIMO-EVERLAST FIRENZE 62-64

Edilcost Robur Osimo: Mercante, Calbini 11 (4/11 da 2, 1/4 da 3, 0/1 lib.), Rezzano 10 (2/4 da 2, 2/6 da 3, 0/2 lib.), Cortesi 2 (1/4 da 2, 0/3 da 3), David, Bucci 20 (7/12 da 2, 1/2 da 3, 3/3 lib.), Pazzi 5 (1/2 da 2, 1/3 da 3, 0/1 lib.), Cardellini, Pol Bodetto 10 (3/5 da 2, 4/6 lib.), Andreaus 4 (4/4 lib.). All. Franco Ciani.

Everlast Pool Firenze: Cohen 10 (5/9 da 2, 0/3 da 3), Liburdi 17 (2/4 da 2, 2/4 da 3, 7/8 lib.), Poltronieri 6 (1/2 da 2, 1/1 da 3, 1/2 lib.), La Gioia 3 (1/3 da 3), Cutolo (0/3 da 2, 0/1 da 3), Stanic 12 (5/12 da 2, 2/4 lib.), Monzecchi 8 (2/4 da 2, 1/1 da 3, 1/2 lib.), Ianes 8 (4/5 da 2), Cemerini n.e., Mei (0/1 da 2, 0/2 da 3). All. Andrea Da Prato.

Arbitri: Francesco Di Giambattista di Pescara e Vincenzo Volpe di La Spezia.

Parziali: primo quarto 19-13; secondo quarto 13-15 (32-28); terzo quarto 15-19 (47-47); quarto quarto 15-17 (62-64).

Note: Edilcost 18/38 (47%) da 2, 5/18 (28%) da 3; totale tiri 23/56 (41%), tiri liberi 11/17 (65%); Everlast 19/40 (48%) da 2, 5/15 (33%) da 3, totale tiri 24/55 (44%), tiri liberi 11/16 (69%); rimbalzi, Edilcost 24 dif., 8 off., tot. 32, Everlast 26 dif., 6 off., tot. 32; usciti per 5 falli: Andreaus (Edilcost), Monzecchi (Everlast); spettatori 1.250 circa.

BANCA NUOVA TRAPANI-EDILCOST OSIMO 67-60

Banca Nuova Trapani: Reale 8 (2/3 da 2, 4/6 liberi), Caprari 22 (6/7 da 2, 1/5 da 3, 7/8 liberi), Camata 17 (7/9 da 2, 3/3 liberi), Virgilio 9 (3/6 da 2, 0/4 da 3, 3/3 liberi), Tessitore 8 (1/3 da 2, 2/5 da 3), Felice, Gennai 1 (0/1 da 2, 1/2 liberi), Antrops 2 (1/2 da 2, 0/4 da 3), Verri (0/1 da 2), Magaddino. All. Gianluca Tucci.

Edilcost Robur Osimo: Mercante 3 (1/2 da 2, 0/3 da 3, 1/2 liberi), Calbini (0/2 da 2, 0/2 da 3), Rezzano 12 (3/4 da 2, 2/4 da 3), Cortesi 9 (2/5 da 2, 1/2 da 3, 2/2 liberi), Bucci 13 (2/11 da 2, 2/5 da 3, 3/5 liberi), Pazzi 9 (2/4 da 2, 1/1 da 3, 2/2 liberi), Cardellini, Pol Bodetto 11 (2/7 da 2, 0/2 da 3, 7/8 liberi), Andreaus 3 (0/1 da 2, 1/2 da 3, 0/2 liberi). All. Franco Ciani.

Arbitri: Amadeo Di Francia di Pozzuoli (Na) e Gianluca Gagliardi di Anagni (Fr).

Parziali: primo quarto 20-21; secondo quarto 16-19 (36-40); terzo quarto 11-6 (47-46); quarto quarto 20-14 (67-60).

Note: Banca Nuova 20/32 (62%) da 2, 3/18 (17%) da 3, tiri liberi 18/22 (82%); Edilcost 12/36 (33%) da 2, 7/21 (33%) da 3; tiri liberi 15/21 (71%); rimbalzi, Banca Nuova 24 dif., 9 off., tot. 33, Edilcost 20 dif., 9 off., tot. 29; usciti per 5 falli: Pazzi (Edilcost).





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 22 ottobre 2007 - 838 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV