Comitato delle mamme: salute e storia da salvaguardare

2' di lettura 30/11/-0001 -
Il Comitato delle Mamme di Passatempo sollecita ancora una volta l'Amministrazione a recedere dal progetto Calamante (bitumificio): sono a rischio la salute dei residenti e anche opere di indiscusso valore archeologico: la Palombara (costruzione del '600) e la fonte Giana (età romana).

da Comitato mamme


Ancora una volta il Comitato mamme di Osimo fa sentire la sua voce contro la costruzione dell’impianto di betonaggio della ditta Calamante in via Cola a Passatempo e contro la selvaggia cementificazione che questa amministrazione sta operando nei confronti di Passatempo e di Osimo tutta.

Ora si vuole anche costruire la rotatoria in via Cola per snellire il traffico previsto una volta attivato l’impianto Calamante... ma, se come ha sostenuto il sindaco Latini nel Consiglio Comunale del 30.05.2007 gli automezzi pesanti necessari all’impianto sarebbero solo 3 all’ora anziché i 15 previsti, che bisogno ci sarebbe di una rotatoria in via Cola?

Vogliamo ricordar loro che proprio in quella via c’è una vecchia costruzione che risale ai primi del 1600: la Palombara e nella collina di fronte, una vecchia fonte, la Giana, un residuo di un’antichissima opera idraulica riferibile all’età romana o ad epoche precedenti, strutture che distano appena 150-200 m dal mostro Calamante, luoghi e pezzi di storia che anziché essere valorizzati rischiano di perdersi definitivamente!

Ma noi non lo vogliamo, anzi, a fronte anche di una massiccia campagna nazionale per salvaguardare opere antiche, chiediamo che venga assolutamente custodito nel migliore dei modi ciò che gli anni hanno preservato e che ora viene abbruttito e forse cancellato definitivamente in nome di enormi interessi economici.

Chiediamo ancora rispetto per la salute di tutti i i cittadini e che scelte come parchi, giardini, percorsi didattici nel verde vengano anteposte a mostri come forni crematori, canili, bitume e colate di cemento e che in nome delle democrazia (scelte in nome del popolo) e del principio di correttezza e etica nulla debba essere occultato bensì che la cittadinanza venga informata preventivamente.

Sicuramente il potere economico ha priorità sulla salute dei bambini, sicuramente ai nostri politici non interessa nemmeno la salute dei loro figli, ma per tutte noi non c’è potere che tenga se non l’amore! Davanti a quel terribile mostro che sta prendendo sempre più forma abita Emma di appena 5 mesi, lei giocherà in quel giardino respirando ossido di zolfo e invece di veder correre bambini o animaletti vedrà correre camion e vedrà ciminiere: grazie Latini – Calamante! Sicuramente Emma con il tempo avrà ben chiaro di che pasta sono fatti i nostri amministratori!





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 15 ottobre 2007 - 1514 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV