utenti online

Rotatoria di S. Rocchetto: una necessità non più rinviabile

2' di lettura 30/11/-0001 -
La CNA di Zona Sud di Ancona chiede alla Provincia di ascoltare le pressanti richieste del Sindaco fidardense, richieste che vengono da tutto il mondo produttivo.

da CNA zona Sud


La rotatoria di S. Rocchetto oggi è la priorità di Castelfidardo. Lo afferma la CNA di Zona sud di Ancona che ribadisce, ancora una volta, le decisioni prese nella presidenza del 19 aprile scorso. L’associazione di categoria chiede alla Provincia di Ancona di ascoltare le pressanti richieste del Sindaco, richieste che vengono da tutto il mondo produttivo.

Ci sono corrieri e imprese che spesso si trovano a fare i conti con una viabilità difficile e come in questi punti molto pericolosa per la vita dei collaboratori che ogni giorno stanno sulle strade a movimentare le merci delle nostre PMI.

Naturalmente se la CNA appoggia pienamente le ragioni espresse dal Sindaco fidardense sulla necessità di mettere in sicurezza uno dei punti più delicati della viabilità di Zona Sud, dall’altra ricorda che gli incontri istituzionali non si fanno certo in mezzo alle strade. La provocazione del Sindaco Soprani è sicuramente spinta dall’esasperazione, ma il ruolo delle istituzioni è quello di procedere, con forza, sulla strada del rispetto degli accordi già siglati nelle sedi opportune.

“Forme di protesta possono anche essere comprese in alcuni casi estremi, ma non possono essere la regola – commenta Maurizio Bertini, segretario CNA di Zona Sud di Ancona – Bene ha fatto il Sindaco Soprani a richiedere un incontro alla Presidentessa della Provincia e a pretendere risposte concrete e tempi certi, risposte che devono essere date a tutta la comunità della nostra zona.

Da parte nostra – conclude Bertini – continueremo ad appoggiare e sostenere con forza la richiesta di una maggiore attenzione verso le opere infrastrutturali come queste che non solo permettono la crescita della nostra zona, ma come in questo caso mettono in sicurezza punti stradali estremamente pericolosi per la vita delle persone”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 ottobre 2007 - 1313 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV