Ospedale di rete, famiglia, bilancio: tutti i punti del Consiglio Comunale

2' di lettura 30/11/-0001 -
Ospedale di rete: la relazione finale da sottoporre all’attenzione del presidente della Giunta regionale sarà formulata dal team di tecnici al lavoro entro il 23 settembre.

di Michela Sbaffo
redazione@vivereosimo.it


Dopo la lunga pausa estiva è tornato a riunirsi mercoledì 12 il consiglio comunale, con un ordine del giorno fittissimo per i singoli punti iscritti, ben 15, senza contare le numerosissime interrogazioni e mozioni accumulatesi, addirittura 40.

La questione dell’ospedale di rete è il primo argomento proposto all’attenzione dal Sindaco Dino Latini nel suo spazio per le comunicazioni. Relazionando sull’esito del tavolo tecnico in Regione, dedicato appunto al problema della realizzazione e localizzazione della struttura sanitaria, svoltosi lo scorso 6 settembre, il Sindaco ha reso noto che presumibilmente la relazione finale da sottoporre all’attenzione del presidente della Giunta regionale sarà formulata dal team di tecnici al lavoro entro il 23 settembre.

Tempo di nuove nomine: il rag. Franco Cedraro è stato eletto ieri dai voti della maggioranza quale componente del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Campana per l’Istruzione Permanente. Cedraro, che ha alle spalle un’esperienza di candidato alle elezioni amministrative del 2004 per la lista civica Osimo Democratica, va a sostituire il dimissionario Giampaolo Bottegoni, segretario comunale SDI.

Bottegoni spiega così la motivazione del suo abbandono: “A fine Luglio lo SDI è uscito dalla maggioranza Latini, per mancato rispetto di quest’ultimo del patto d’alleanza con noi stipulato nel 2005 che prevedeva per lo SDI un assessorato. Per coerenza abbandoniamo anche l’unica carica che ci era stata affidata.”

E pensando alla prossime amministrative, precisa: “Siamo un partito corsaro, che non ammicca né alla sinistra radicale né al PD. Siamo autonomi. Ma niente più patti con Latini.” Non passa invece la mozione di Claudia Domizio (UDC-AN) per il sostegno alla famiglia, in cui si richiedeva al Sindaco e alla Giunta comunale di non istituire nel Comune di Osimo un registro delle unioni civili (coppie di fatto): 10 astenuti, tra cui Latini, 4 si (Beccacece, Domizio, Donato, Strologo), 4 no (Cittadini, Piergiacomi, Pellegrini, Gelsomini).

Non è stato invece argomento di discussione, ma è circolato tra le cartelline dei consiglieri, la pronuncia della Corte dei Conti sul rendiconto 2005 del Comune di Osimo: non emergerebbero irregolarità “gravi”, ma l’organo di controllo suggerisce all’ente comunale particolare attenzione ai fini della stabilità finanziaria a causa della presenza di voci di bilancio in perdita in alcune delle società partecipate (Geos.Maver srl-Auxmedia srl.).





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 settembre 2007 - 1729 letture

In questo articolo si parla di





logoEV