Riconoscimento speciale per Suor Maria Cristina, religiosa osimana

3' di lettura 30/11/-0001 -
Sabato mattina, presso la Sede Municipale, il Sindaco Latini e il Vice Simoncini, hanno consegnato un riconoscimento speciale a Suor Maria Cristina Silvestrini, religiosa osimana, da trent’anni operatrice in Rwanda.

da Comune di Osimo
www.comune.osimo.an.it


Sabato mattina, presso la Sede Municipale, il Sindaco Latini e il Vice Simoncini, hanno consegnato un riconoscimento special e Suor Maria Cristina Silvestrini, religiosa osimana, da trent’anni operatice in Rwanda. Unitamente al riconoscimento, anche un contributo economico, che servirà per assumere una infermiera professionale presso il centro che Suor Maria Cristina gestisce in Rwanda.

Suor Maria Cristina Silvestrini, nata a Osimo nel 1938 e da oltre trent’anni operatrice umanitaria nello stato africano del Rwanda. Nell’occasione, il Sindaco Latini, a nome della città, ha consegnato a Suor Maria Cristina una targa recante la frase: “Con gratitudine, per avere diffuso la solidarietà osimana nel mondo” e le ha consegnato un contributo di sostegno alla benerita opera portata tanto lodevolmente avanti.

La nostra concittadina Suor Maria Cristina Silvestrini ha dedicato l’intera sua vita alla solidarietà; la sua lunga opera è culminata nel 1983, nella creazione di un centro nutrizionale e di una “Maternità” a Muhura, per le prime assistenze anche in quella zona del Rwanda.

Dal 1994 il Centro è stato allargato ai bambini sottopeso o malati di malnutrizione grave, con la creazione anche di un locale con posti letto per il ricovero. Attualmente i bambini sottopeso vengono fatti accompagnare al Centro Nutrizionale due volte alla settimana per visite di controllo mentre per i bambini con malnutrizione grave viene effettuato un ricovero al Centro Nutrizionale per tutta la settimana.

Dal 1995 ad oggi sono state ampliate alcune delle attività e ne sono state create altre:

- dispensario con la consultazione dei malati, attività di ambulatorio e ospitalizzazione dei malati più gravi

- pediatria per l’ospitalizzazione dei bambini malati con malattie generiche (malaria, bronchiti, malattie intestinali ecc.)

- maternità con nuovi locali e maggiore assistenza dove oggi si effettuano mediamente 90 parti mensili.

- laboratorio analisi per le analisi generiche (malaria, tifo, AIDS ecc.).

- centro per malati Aids

- centro per malati TBC per le prime cure e per successive assistenze e cure a domicilio.

Attualmente per tutte le attività del Centro Sanitario sono impiegate 56 persone tra Infermiere diplomate, infermiere generiche e personale inserviente. L’unico medico presente al Centro Sanitario è un medico Governativo presente al centro un solo giorno alla settimana

Oltre alle attività del Centro Vengono impiegati degli “Animatori di Sanità” con formazione di base che accompagnati da infermiere e assistenti sociali danno assistenza a domicilio alle famiglie sparse per le colline.

Attualmente al Centro Sanitario di Muhura non esiste energia elettrica ma solamente un gruppo elettrogeno diesel che garantisce elettricità qualche ora al giorno per le attività più importanti.










Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 settembre 2007 - 1944 letture

In questo articolo si parla di