Rabbia verde, secondo atto. Il 22 Settembre nuova manifestazione

1' di lettura 30/11/-0001 -
Rabbia verde, secondo atto. Il 22 Settembre nuova manifestazione di dissenso da parte dei comitati ambientalisti osimani.

di Michela Sbaffo
redazione@vivereosimo.it


Rabbia verde, secondo atto. Il 22 Settembre nuova manifestazione di dissenso da parte dei comitati ambientalisti osimani, che, nell’intento degli organizzatori, vuole essere anche più massiccia di quella che, armata di cartelloni e tamburi, ha calcato lo scorso 25 Maggio le vie del centro storico, una marcia pacifica ma appassionata, a cui si erano uniti anche i difensori del verde appartenenti a diverse realtà associative delle città limitrofe.

La manifestazione si snoderà per il centro osimano fino a culminare in Piazza Boccolino; ancora da definirsi da dove partirà la marcia. Nodo centrale della protesta, seppur non unico, la paventata costruzione nella frazione di Passatempo di un impianto per la produzione di calcestruzzo e conglomerato bituminoso a opera della ditta Calamante di Appignano, a cui i residenti della frazione si oppongono fermamente.

L’avvocato Anna Maria Fusari, legale rappresentante del Comitato di Passatempo, denuncia che l’iter che ha portato all’approvazione del progetto è “viziato in numerosi passaggi; uno tra questi: manca per i silos che saranno compresi nell’impianto la valutazione preventiva atta a definire se sono o meno da sottoporre alla V.I.A. (valutazione impatto ambientale), necessaria per legge in quanto la loro altezza supererebbe i 12 m.”





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 settembre 2007 - 1826 letture

In questo articolo si parla di





logoEV