Primo hurrà Osimana. Primo punto Passatempese

5' di lettura 30/11/-0001 -
Seconda di campionato: l’Osimana supera l’Urbino in un match al cardiopalma. La Passatempese strappa il pari all’Atletico Piceno. In Prima il San Biagio perde il derby di Offagna e saluta la Coppa Marche.

di Giacomo Quattrini
redazione@vivereosimo.it


Osimana subito protagonista dell’Eccellenza. Dopo il buon pari di Macerata (la Vis si è confermata pareggiando pure a Pesaro), i senza testa di Lelli superano di misura un ostico e pericoloso Urbino che all’esordio sconfisse 1-0 l’ambiziosa Cingolana. Al Diana il primo tempo è da sbadigli. La ripresa da infarto. A sbloccare il match è la squadra urbinate con Pica al 49’, ma l’Osimana ha il merito di non sbilanciarsi e di credere nel recupero.

In pochi minuti acciuffa prima il pari con un bellissimo gol di Cercaci e poi va vanti 2-1 con bomber Bugiolacchi. Carattere da vendere. Il match è aperto e l’Osimana si esalta. Al 74’ l’occasione che potrebbe chiudere il confronto. Langiotti si procura e trasforma un calcio di rigore e porta i suoi sul 3-1. Delirio sugli spalti tornati gremiti (quasi 500 spettatori). Ma l’Urbino non è l’ultima arrivata. E’ formazione di categoria che sa come rialzare la testa e non sprofondare.

Così nel finale le emozioni continuano. Pica trova il jolly che riporta a un solo gol il distacco e la sfida è riaperta. I locali in realtà non rischieranno mai di subire il 3-3, ma anzi potrebbero dilagare in contropiede. Il finale è comunque di 3-2 Osimana e i primi tre punti vanno in cascina. Dopo due giornate i giallorossi sono secondi a 4 punti con una nutrita compagnia. In testa c’è solo la Pergolese, a punteggio pieno dopo il 2-0 rifilato alla Monturanese. Il Montegiorgio sale a -1 bloccando sul 3-3 la corazzata Piano.

Il Fossombrone trova il primo acuto a Porto Sant’Elpidio così come la Jesina trova il secondo ko a Fermignano. Pareggiano invece Biagio-Civitanovese 0-0, Cingolana.Vigor Senigallia 1-1 e Vis Pesaro-Vis Macerata 2-2. Rimane al palo la giovane Castelfrettese sconfitta 3-2 a Cascinare.

In Promozione arriva il primo punticino per la Passatempese. Nella prima casalinga contro il quotato Atletico Piceno i gialloblu vanno subito sotto 1-0 ma grazie ad un penalty di Gasparrini trovano il meritato pareggio. Ad inizio ripresa il portiere locale Alocco para un rigore che poteva compromettere il sabato passatempese e si erge così a protagonista del match. Si tratta di un fuoriquota classe ’88 proveniente dalla Juniores dell’Osimana che ha saputo sfruttare subito l’occasione sostituendo al meglio l’infortunato Luciani (classe ’86 proveniente dalla Sangiustese e titolare a Caldarola).

Un punto prezioso, quello di sabato, come confermato da Gasparrini. Un punto di partenza verso una strada difficile ma percorribile che dovrebbe condurre ad una salvezza prestigiosa. La big Fermana invece non decolla e viene costretta sull’1-1 dalla matricola Comunanza, mentre il Montegranaro si conferma squadra protagonista vincendo a Pollenza e mantenendo la testa della graduatoria. A punteggio pieno pure Caldarola (3-1 alla Torrese) e Corridonia (1-0 al Matelica). Nel girone A vanno ko sia Castelfidardo (2-4 a Fabriano contro la Fortitudo) che Filottrano (1-2 a Lucrezia).

In Prima Categoria è ancora tempo di Coppa Marche. Turno di riposo per l’Osimo Stazione dopo il pareggio di Camerano, mentre il San Biagio era di scena ad Offagna per il primo derby stagionale. Il 2-0 patito dal Filottrano aveva già complicato il cammino in Coppa dei galletti biancorossi, mentre i rossoblu di Marincioni erano all’esordio ufficiale. Il primo tempo è di marca ospite. Sorprendentemente, nonostante il divario tecnico tra le due formazioni (perlomeno sulla carta), l’Offagna soffre il San Biagio.

Il campo è impresentabile e la palla incontrollabile. I padroni di casa sfiorano il vantaggio solo nel finale di tempo con Pizzichini, ma in precedenza è il San Biagio che sfiora più volte l’1-0: Polinori colpisce il palo, Luca Pesaresi impegna il portiere con una girata velenosa sul primo palo, Mazzoni mette fuori di poco e Gardella manca l’impatto con la sfera su un ottimo traversone di Luca Pesaresi dalla destra. Sembra giornata positiva per Tacchi, ma nella ripresa, dopo la girandola di cambi, l’Offagna cresce e schiaccia il San Biagio nella propria metà campo. La difesa ospite regge però bene, così la partita si sblocca solo su calci piazzati.

Al 77’ Pizzichini mette dentro di testa su calcio d’angolo e dopo 8’ raddoppia su punizione deviata dalla barriera. Un 2-0 forse netto ma comunque meritato per l’Offagna che nella ripresa ha colpito anche 3 pali. Il San Biagio, eliminato dalla Coppa, ha comunque sfoderato una prestazione alquanto più coraggiosa e rassicurante rispetto a quella della settimana scorsa. E sabato inizia il campionato.

La Stazione fa visita alla neonata Le Torri Castelplanio con giustificate velleità di vittoria, mentre il San Biagio va a Marina per affrontare una delle squadre più interessanti del girone nonché appena retrocessa dalla Promozione. Un pareggio non sarebbe da buttare e farebbe sicuramente morale dopo i due ko di Coppa.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 settembre 2007 - 1967 letture

In questo articolo si parla di





logoEV