Calcio: ecco i gironi delle quattro squadre osimane

9' di lettura 30/11/-0001 -
Con il Comunicato Ufficiale numero 9 la Figc Marche rende noti i gironi di calcio dilettantistico, dall’Eccellenza alla Seconda Categoria, per la prossima annata sportiva. Ben quattro le formazioni osimane interessate.

di Giacomo Quattrini
redazione@vivereosimo.it


Sono stati resi noti i gironi di campionato del calcio dilettantistico marchigiano. Ecco allora qual è la sorte che ha toccato le squadre “senza testa”.

L’Osimana, neo promossa in Eccellenza, non trova sorprese in virtù del girone unico regionale di tale categoria. Un torneo a 18 squadre piuttosto nobilitato dal ritorno non solo dei giallorossi, ma anche di altre piazze importanti come Pesaro e Macerata. Saranno molti i derby caldi che i senza testa affronteranno: dalla Civitanovese alla Jesina, dalla Biagio Nazzaro alla Vigor Senigallia. Tutte sfide dai ricordi nostalgici dei bei tempi che furono.

Ma tante altre sono le città rilevanti coinvolte, ad esempio Urbino, Porto Sant’Elpidio, Cingoli e Montegiorgio. Da tenere d’occhio anche la Pergolese, formazione appena retrocessa dalla serie D. Al momento sembrano però favorite Fossombrone e Piano San Lazzaro seguite a ruota dalla decaduta Vis Pesaro, con l’Osimana da molti indicata come outsider e sorpresa del campionato nonostante sia una neopromossa.

Sulla carta, lotteranno invece per rimanere nella categoria, Fermignanese, Castelfrettese, Monturanese, Elpidiense-Cascinare e Vis Macerata. Partirà addirittura con 5 punti di penalità il Montegiorgio. Insomma, una Champions Leage marchigiana che promette grande spettacolo, ed Osimo, con il suo blasone e la sua storia sportiva, ne sarà comunque una degna protagonista.

Verrà promossa direttamente nei Dilettanti solo la prima classificata; la vincente dei playoff (sfide tra 2° e 5° e tra 3° e 4°) dovrà poi vedersela con le vincenti delle altri regioni limitrofe: almeno due saranno gli spareggi interregionali. Retrocederanno invece in quattro: le ultime due più altre due che perderanno i playout (sfide tra 13° e 16° e tra 14° e 15°).

Scendendo di una categoria troviamo un’altra nostra neopromossa, la Passatempese di mister Gasparrini. Riapprodata in Promozione dopo due anni, la formazione gialloblu è stata inserita nel girone meridionale, quello maceratese-ascolano. Negli ultimi anni di Promozione la Passatempese giocò nel girone A, quello pesarese – anconetano, dove, per intenderci, vinse l’anno scorso l’Osimana. Girone, l’A, dai più ritenuto assai tecnico ma meno ostico in chiave salvezza. In realtà però è proprio nel girone B che i passatempesi toccarono il loro apice sportivo con gli spareggi promozione per l’Eccellenza: che sia di buon auspicio?

Sarà un torneo agonisticamente più difficile, senza più il derbissimo con la Filottranese, ma a Passatempo arriverà niente meno che la Fermana: impensabile tre anni fa. I canarini, falliti con Battaglioni presidente, si sono ritrovati in un amen dalla C1 alla Prima Categoria e hanno appena conquistato la Promozione stravincendo l’anno scorso il girone C di Prima. Con le potenzialità, non solo economiche, che la nuova società vanta, la Fermana è l’indiscussa favorita del girone.

Con il Castelfidardo scaraventato nel girone nord, proprio al posto della Passatempese, saranno Montegranaro e Grottese a contendere lo scettro del campionato ai fermani. Da tenere d’occhio anche Camerino, Atletico Piceno e Vigor Pollenza. Per la Passatempese l’obiettivo è quello di raggiungere una tranquilla salvezza e la prima uscita stagionale contro l’Osimana fa ben sperare.

Ottimo soprattutto Gasparrini (che avrà il compito di sostituire Agostinelli approdato in D a Monte San Giusto),ma buono anche l’operato dell’intero reparto centrale. Insomma, conquistare la salvezza sembra un obiettivo alla portata dei gialloblu.

Verranno promosse in Eccellenza tre squadre: la prima classificata di ogni girone più una delle due vincenti dei rispettivi playoff. Retrocederanno tre per ogni girone: l’ultima più le due perdenti dei playout.

Scendendo ancora, di una sola categoria, troviamo altre due squadre senzatesta: Osimo Stazione e San Biagio, entrambe inserite nello stesso girone di Prima Categoria, il girone anconetano. Torna quindi uno storico e accesissimo derby tra le frazioni più grandi e popolose del Comune osimano; senza considerare, poi, la presenza nel torneo di formazioni di paesi limitrofi come Offagna, Camerano, Vigor Castelfidardo, Filottrano e Brandoni Calcio Dorica. Tanti piccoli ed interessanti derby ad accendere un campionato che promette scintille.

Obiettivi e motivazioni differenti costellano i cieli dei due sodalizi osimani presenti in Prima. I ferrai di mister Tubaldi sono alla seconda presenza consecutiva in Prima Categoria e, dopo una salvezza tribolata, l’obiettivo è certamente più ambizioso. In tempi non sospetti il presidente Veroli disse che con un paio di acquisti difensivi si sarebbe potuto entrare nel lotto delle contendenti ai playoff.

Sono arrivati gli esperti difensori Fulgenti (da Passatempo) e Menghi (da Montefano), e a conti fatti il club biancoverde non può accontentarsi più di una semplice salvezza. La concorrenza per entrare nella griglia playoff è però ampia e agguerrita: Falconarese, Camerano, Borghetto, Marina, Ostra e Offagna sembrano le più accreditate al salto in Promozione.

Il San Biagio ritrova invece la Prima Categoria dopo 12 anni di Seconda. Da neopromossa, la formazione di mister Tacchi, avrà come unico obiettivo quello di salvarsi, e di farlo a tutti i costi, magari anche passando per i playout. Con un budget limitato e acquisti piuttosto giovani, il San Biagio non sembra poter ambire a qualcosa di più che ad una permanenza nella ritrovata categoria, che comunque sarebbe storica, la prima in assoluto.

L’entusiasmo per la promozione ottenuta ad aprile (aspetto non secondario che mancò all’Osimo Stazione), il carisma di Tacchi, l’esperienza di giocatori come Rivellini, Vitaloni, Polinori e Simone Pesaresi ed un mix di giovani pronti al definitivo lancio, come Luca Pesaresi, Lucesole, Gardella, Ficosecco e i neoacquisti Tuzi, Mattia Pesaresi e Pacini, fanno si che a San Biagio nessuno parli di squadra materasso e, anzi, l’ottimismo regni sovrano.

Tanto più che entro metà settembre dovrebbero essere completati i lavori di ristrutturazione del campo sportivo (nuova tribuna e rizollatura con ampliamento del campo da gioco). Lavori che costringeranno però i biancorossi a svolgere la preparazione, e probabilmente anche le prime due gare interne, in altri lidi (sorte simili ma per altri drammatici motivi capitò lo scorso anno ai cugini ferrai).

Verranno promosse direttamente in Promozione le prime classificate di ogni girone, più due tra le vincenti dei quattro playoff (ma tutto dipenderà poi da quante marchigiane retrocederanno dalla D). Scenderanno in Seconda tre formazioni per ogni girone: l’ultima e le due perdenti dei playout.

Di seguito riportiamo i gironi che interessano le squadre calcistiche nostrane:

ECCELLENZA (a girone unico)
A.S.D.BIAGIO .NAZZARO CHIARAVALLE
FC BIKKEMBERGS FOSSOMBRONE SRL
A.S.D. CALCIO PORTO S.ELPIDIO
U.S. CASTELFRETTESE A.S.D.
A.S.D. CINGOLANA CALCIO 1963
CIVITANOVESE CALCIO S.R.L
A.S.D. ELPIDIENSE CASCINARE
U.S. FERMIGNANESE
S.S.D. JESINA CALCIO SRL
A.S.D. MONTEGIORGIO CALCIO
S.S. MONTURANESE
A.S.D. NUOVA VIS PESARO 2006
A.S.D. OSIMANA
U.S. PERGOLESE
S.S. PIANO S.LAZZARO
URBINO CALCIO S.R.L.
U.S. VIGOR SENIGALLIA A.S.D.
A.C.D. VIS MACERATA

PROMOZIONE GIRONE B (a due gironi)
F.C. ATLETICO PICENO
S.S. CALCIO CORRIDONIA
A.P.D. CALDAROLA
A.S.D. CAMERINO CALCIO
U.S. COMUNANZA
A.S.D. CUPRENSE 1933
U.S. FERMANA S.S.D. SRL
POL. FOLGORE
POL. GROTTESE A.S.D.
S.S. MATELICA
A.S. MONTEFANO
MONTEGRANARO CALCIO
A.S.D. PASSATEMPESE
A.S.D. PETRITOLI 1960
S.S.C. PORTO POTENZA
A.S. TORRESE
U.S.D. URBISALVIENSE
ASDC VIGOR POLLENZA

PRIMA CATEGORIA GIRONE B (a quattro gironi)
S.S.D. BORGHETTO
A.S.D. BRANDONI CALCIO DORICA
A.S.D. CAMERANO CALCIO
CERRETO CALCIO
A.S.D. CUPRAMONTANA G.IPPOLITI
A.S. FALCONARESE
A.POL. FILOTTRANO CALCIO
LE TORRI DI CASTELPLANIO A.S.D.
A.S.D. MARINA
U.S. MONSERRA CALCIO
A.P. OFFAGNA
OSIMO STAZIONE CALCIO ASD
S.S. OSTRA
A.S.D. SAN BIAGIO
S.S.D. SAN MARCELLO
G.S.D. VIGOR CASTELFIDARDO





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 21 agosto 2007 - 2458 letture

In questo articolo si parla di





logoEV