Vasco a Ancona: biglietti esauriti da mesi

3' di lettura 30/11/-0001 -
Si avvicina il Vasco Rossi day. In 40.000 ad attendere il 14 luglio, giorno in cui lo Stadio Del Conero di Ancona ospiterà il mito del rock in una data organizzata dalla Comstar di Domenico Mascitti e Giulio Spadoni in collaborazione con il Comune di Ancona. E sarà evento.

da Comstar


Il Palco. Un palazzo di cristallo a raffigurare “una città invasa dalla giungla ” ideato da Giò Forma lo studio che progetta i palchi degli ultimi 10 anni. Largo 75 metri, profondo circa 26 metri si compone di 6 torri di diversa altezza, da 18 a 28 metri la più alta. La fitta rete metallica porta 10 schermi MiStrip formati da 1400 barre luminose di led due passerelle laterali lunghe 20 metri l’una, circolari che abbracciano il pubblico sottopalco.

La scaletta. E’ fondamentale, “deve esserci e deve necessariamente avere l’onda giusta”. Le richieste di canzoni che i fans vorrebbero sentire sono tantissime “Ma non ci stanno tutte, ne possiamo mettere una 30ina, non di più, ma saranno quelle giuste”. Ed è sempre nuova, studiata nei minimi particolari, provata e riprovata fino all’ultimo giorno e fino alla perfetta combinazione delle canzoni per un emozionante concerto rock della durata di circa 3 ore.

Uno spettacolo musicale, o meglio una vera Opera Rock in continua evoluzione che narra “la storia” del rocker, dagli inizi fino alla consacrazione a rockstar. Ci saranno molte sorprese: oltre alle nuove “Basta poco” e “La compagnia” anche un brano inedito del prossimo “discovolante” e canzoni come “Anima fragile” , La strega”, “Lunedì” o “Ciao” (non rientravano nella scaletta da almeno 15/20 anni) che suonano nuove accanto ai brani degli ultimi album.

Sul palco con VASCO. La band ormai storica per i suoi musicisti, “i migliori” per un concerto rock emozionante che dura circa 3 ore. Con una new entry, il batterista, americano, tra i più richiesti a Los Angeles per il suo sound rock, ha suonato tra gli altri con Alanis Morrissette.

Sul palco suoneranno: CLAUDIO GOLINELLI, ‘Il Gallo’ basso, MATT LAUG, alla batteria, STEF BURNS alla chitarra, MAURIZIO SOLIERI alla chitarra, ALBERTO ROCCHETTI, alle tastiere, FRANK NEMOLA, alle tastiere ed alla tromba, ANDREA INNESTO, ‘Cucchia’ ai sax e cori e CLARA MORONI ai cori.

La megaproduzione. Una produzione da 15 milioni di euro per i nove Concerti Evento sparsi per l’Italia. Dieci milioni di euro costa la produzione degli show a cui si devono aggiungere cinque milioni di euro per spese generali: dall’affitto degli stadi alle spese locali (addetti ai lavori, straordinari a vigili, mezzi di trasporto pubblici extra, creazione di strutture igieniche, pulizie e sicurezza, energia elettrica e molte altre voci ).

Una produzione di enorme portata e di livello ‘internazionale’ i cui costi vengono ammortizzati “solo” su 10 date e non su lunghi tour mondiali da cento e più concerti. Con biglietti a prezzi contenuti, accessibili a chiunque. Vasco da sempre considera un imperativo investire in palchi sofisticati e tecnologicamente avanzati. Per ricompensare la fedeltà e l’amore del suo popolo, per farli sognare e godere, per far vivere loro ancora una volta questa favola.

Ricordiamo che i biglietti sono esauriti da mesi. Per infoline t.box: 071.2901224.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 luglio 2007 - 1337 letture

In questo articolo si parla di musica, giovani, ancona





logoEV