Presidio martedì a San Sabino: nasce il comitato per l'Ospedale

2' di lettura 30/11/-0001 -
L'Ulivo di Osimo invita tutti i cittadini, le associazioni e le forze politiche dei Comuni interessate a mobilitarsi per l'Ospedale di Rete organizzando per martedì prossimo, alle 18,30, un presidio presso l’area di San Sabino.

da Mauro Pellegrini (DS)
Aurora Nardini (Margherita)


Come è ormai noto a tutti, per il progetto del nuovo ospedale di rete - localizzato a San Sabino di Osimo perché baricentrico rispetto ai Comuni limitrofi di Castelfidardo, Loreto e Recanati - le comunità locali e le stesse Amministrazioni regionali di centro e di sinistra si sono battute per oltre venti anni. Dopo una infinita serie di ostacoli e di difficoltà, oggi finalmente siamo ad un passo dal traguardare l’importante obiettivo.

Per la realizzazione di tale importante opera pubblica la Regione Marche e l’ASUR, ricorrendo anche allo strumento della finanza di progetto, hanno già espletato un bando di gara, il consorzio “Osimo salute” ne è l’aggiudicatario, il permesso di costruire è già stato rilasciato dal Comune di Osimo e sul cantiere svettano già le prime gru.

In questo quadro e giunti a questo punto, paventare soluzioni diverse all’ospedale di rete (si è parlato infatti di un fantomatico progetto mediano tra l’ospedale di rete e l’INRCA) significa soltanto condannare i cittadini che risiedono nella zona a sud di Ancona a non avere una struttura sanitaria degna di questo di nome. E tutto questo nonostante che i Comuni di Osimo e Castelfidardo abbiano già pagato un prezzo: Castelfidardo ha visto chiudere il proprio ospedale e Osimo ha perso il Muzio Gallo.

Pere questi motivi, di fronte a questo atteggiamento intollerabile della Regione che ci fa sapere dai giornali di aver cambiato idea sull’ospedale di rete di San Sabino, come Ulivo di Osimo invitiamo tutti i cittadini, le associazioni e le forze politiche dei Comuni interessati a mobilitarsi organizzando per martedì prossimo, alle ore 1830, un presidio presso l’area di San Sabino dove dovrà sorgere la nuova struttura sanitaria.

Con la manifestazione di sabato si costituirà il comitato in difesa dell’ospedale di rete aperto a tutti coloro che intendono salvaguardare i diritti della popolazione che vice nel comprensorio a sud di Ancona.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 27 giugno 2007 - 1392 letture

In questo articolo si parla di margherita, ds, mauro pellegrini, ospedale di rete, aurora nardini





logoEV
logoEV