utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Comitati: non si può barattare il “business” con la qualità della vita

2' di lettura
1612

Non c’è bisogno di incontrarsi per sentirsi raccontare “frottole”, basta leggerle sui comunicati stampa e vari blog della amministrazione Osimana per capire quanto valgono...cioè niente.

da Comitato di Passatempo e fornace
Comitato mamme di Osimo

Non c’è bisogno di incontrasi per sentirsi raccontare “frottole”, basta leggerle sui comunicati stampa e vari blog della amministrazione Osimana per capire quanto valgono...cioè niente.

Ci raccontano tutto ed il contrario di tutto ma non fanno l’unica cosa che può renderli credibili...e cioè revocare gli infami permessi rilasciati dal fantomatico “Sportello Unico”, ma si sa bene quanto contano i cittadini e quanto conta “uno che conta” e poi questo sportello unico sembra avere una propria vita autonoma e nonostante gli sforzi eroici di questa amministrazione nel tentativo di fermare canili, forni crematori e bitumifici, il beneamato sindaco è stato visto fermare a mani nude una ruspa che preparava il piazzale del bitumificio e il suo vice sdraiato sulla stradina che porta al supercanile per impedire il passaggio dei camion....inutilmente; lo Sportello Unico incurante di tutto e di tutti, continuava a rilasciare permessi a tempo di record.

Anzi si dice in giro, che nel napoletano siano venuti a conoscenza di questo miracoloso Sportello Osimano e, anziche rivolgersi al mitico San Gennaro, per risolvere l’emergenza rifiuti vogliano fare ammenda al nostro sportello, che un posticello per la loro “monnezza” saprà trovarlo sicuramente !.

I comitati continueranno la loro lotta con tutti i mezzi a loro disposizione, perche non si puo barattare il “business” con la qualità della vita a cui ogni amministazione pubblica, di quale sia il suo colore, deve dare prorità e un giorno dovrà rendere conto a suoi cittadini del suo operato, perchè non basta raccontar “frottole” e spacciarsi per santi a mezzo stampa.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 giugno 2007 - 1612 letture