utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Confartigianato: investire sul territorio di Camerano

2' di lettura
1449

Confartigianato: a Camerano diamo vita alla Consulta economica e lavoriamo per nuove zone artigianali Istituzione di un fondo a sostegno delle attività produttive.

da Confartigianato Ancona
Investire sul territorio di Camerano. E’ la richiesta della Confartigianato che in un incontro con il sindaco Carmine Di Giacomo ha illustrato le problematiche degli artigiani del comprensorio e le strategie di sviluppo che, in collaborazione con le imprese e le associazioni di categoria, possono essere messe in atto.

Occorre porre attenzione – ha sottolineato Marco Pierpaoli responsabile sindacale della Confartigianato di Camerano - alle esigenze delle attività economiche locali ( le aziende artigiane del Comune sono 180) per aumentare la valenza produttiva e commerciale della città, dando operatività alla Consulta economica quale sede privilegiata di programmazione e concertazione economica territoriale.

L’istituzione di un fondo a sostegno delle attività produttive servirebbe a finanziare e finalizzare un concreto sostegno alle iniziative di sviluppo delle imprese. L’obiettivo sarà dare maggior slancio e aiutare soprattutto quelle attività che si sono da poco costituite o che intendono assumere personale o fare formazione nella consapevolezza dell’importanza della piccola impresa nello sviluppo locale.

Nell’ambito dell’incontro il Presidente Comunale della Confartigianato di Camerano Elvio Marzocchi non ha mancato di sottolineare l’importanza per gli imprenditori nel settore dei trasporti di individuare un parcheggio per la sosta dei mezzi pesanti adibiti al trasporto merci fornendo più sicurezza alle vie cittadine e ricavando nuove parcheggi da quelle attualmente occupati dagli automezzi. Inoltre, ha dichiarato Marzocchi, abbiamo apprezzato il lavoro svolto dal Comune per quello che riguarda la messa in sicurezza del territorio.

Antonio Messina Responsabile dell’ufficio Confartigianato di Camerano ha sottolineato l’importanza di puntare sulle aree di sviluppo e di infrastrutture essenziali per la vita di una azienda. Occorre permettere a chi vuole investire su questo territorio di renderlo appetibile economicamente, ricercando e liberalizzando aree per insediamenti artigianali ed industriali.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 maggio 2007 - 1449 letture