utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Elezioni, A tu per tu con Paola Andreoni

3' di lettura
1500

A tu per tu con Paola Andreoni, candidata per la lista dell'Ulivo presso il collegio Osimo 1

da Paola Andreoni
Ulivo
Mi presento

46 anni, nata ad Osimo, sposata due figli.

Diplomata Isef, presso L'Università di Urbino, ho conseguito l'abilitazione all'insegnamento nella Scuola Media e nella Scuola Superiore mediante concorso per esami.

Dopo aver conseguito il titolo di Specializzazione Polivalente all'insegnamento dei ragazzi diversamente abili, mi sono occupata dal 1988 della loro integrazione scolastica. Attualmente sono insegnante presso un Istituto Comprensivo di Osimo, dove da anni ricopro l'incarico di Vice Preside.

Sono impegnata in attività di studio, di formazione e di aggiornamento nell'ambito della mia professione. L'ultimo incarico professionale avuto: coordinatrice di progetto di formazione e orientamento rivolto a genitori, docenti e alunni,finanziato con il Fondo Sociale Europeo.

Eletta consigliere comunale nel 2004 come indipendente, svolgo la funzione di capogruppo del partito dei democratici di sinistra, portando avanti una politica di equità, di trasparenza, di attenzione al sociale , allo sviluppo e all’ambiente.

Il mio impegno più forte è quello di tutelare la trasparenza degli atti amministrativi comunali, per rendere effettiva la partecipazione e la condivisione attiva, nella convinzione che solo conoscendo si possa scegliere consapevolmente.

Credo molto nella partecipazione alla vita politica e per questo ho ritenuto opportuno incontrare i cittadini per affrontare i temi dell’ambiente, del lavoro, per parlare di tasse e di bilanci comunali.

Ho sostenuto, con raccolta di firme ed iniziative pubbliche:

Il mantenimento per fini di utilità pubblica del campo sportivo “Diana” e della Scuola “Bruno da Osimo”;
La salvaguardia dell’ambiente contro la realizzazione: del tempio crematorio in via San Giovanni, della discarica e dell’impianto di betonaggio.
Mi sono espressa contro la politica di eccessiva cementificazione come “ il mega progetto dell’ex Consorzio ” .



I problemi della città: i nodi da risolvere

-Viabilità

-Rispetto del paesaggio ( eccessiva cementificazione ) e dell’ambiente (Inquinamento)

-Politiche sociali ( attenzione alle nuove fasce a rischio di marginalità; sostegno alle famiglie ; politiche abitative; sostegno all’istruzione e alla formazione )

-Politiche del lavoro ( risolvere il problema del precariato e della sicurezza sul lavoro; ripristino dei concorsi per l’accesso al lavoro per garantire pari opportunità a tutti i cittadini )

-Politiche dei servizi ( riorganizzare e razionalizzare l’esternalizzazione dei servizi);

-Trasporti ;

-Rapporti con enti, istituzioni e associazioni


Se fossi eletto....

PUNTI PRINCIPALE DEL PROGRAMMA

Vivibilità del territorio attraverso una pianificazione di area vasta, difesa del suolo e tutela attiva del paesaggio; gestione sostenibile delle risorse; governo della mobilità;

Crescita del tessuto socio-economico Promozione del sistema di istruzione e formazione per l’incontro delle competenze richieste ( società della conoscenza e mondo del lavoro ) e competenze offerte ( acquisizione e sviluppo ), Promozione della ricerca e dell’innovazione dei processi, dei prodotti e delle relazioni.

La persona e la coesione sociale Promozione di politiche di attenzione alla famiglia, ai giovani ( sostegno alla formazione e all’orientamento, sostegno allo sport per tutti, sostegno allo sviluppo della “classe creativa” cioè quella che produce idee e informazione ) all’integrazione, alle pari opportunità;

Riportare Osimo in Provincia e riconoscerne il peso che merita. Ricostruire tutti i rapporti con gli enti , soprattutto con la Provincia, mortificati in questi anni da una politica municipalistica delle liste civiche che ha isolato la città da tutto il resto ( Regione, Provincia; Z.I.P.A…).

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 25 maggio 2007 - 1500 letture