utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Inizia la finale: Imesa stasera a Pistoia

4' di lettura
1102

Al Palafermi la Robur affronterà la corazzata Power Dry arrivata seconda in regular season. La gara sarà trasmessa in diretta su Radio Arancia a partire dalle 21 nell’ambito della trasmissione “Palasport” e su Toscana Channel, canale 843 bouquet Sky. Inoltre, attraverso il servizio di netcasting, si potrà consultare l’aggiornamento reale dell’incontro sul sito legapallacanestro.it.

di Giacomo Quattrini
redazione@vivereosimo.it
Stasera, alle 21, inizia la serie finale per la promozione in Lega2 tra Pistoia Basket e Robur Osimo.

“Mi piace sottolineare una cosa: l’aver raggiunto per due anni di fila con la Robur la finale promozione è un risultato eccezionale. Siamo l’unica squadra ad esserci riusciti – dichiara soddisfatto Cioppi- “Pistoia è una squadra – continua il coach- particolarmente forte. Costa un’esagerazione, ha un budget paragonabile ad una formazione di vertice di Legadue. Nella regular season abbiamo battuto Pistoia al PalaBaldinelli dopo ben quattro tempi supplementari, mentre, poi, al ritorno, abbiamo subìto una pesante sconfitta (91-63 alla 27ma giornata, ndr.).

Loro sono strafavoriti in questa serie di finale, questo non si mette in discussione, come non si mette in discussione il fatto che noi ci proveremo, come al solito, fino alla fine. In che modo? Preparandoci al meglio partita dopo partita. Le sfide con Pistoia le affronteremo con la solita determinazione e con quella fiducia che ci arriva dall’avere un pubblico eccezionale che ci segue in casa e in trasferta sempre con la stessa passione ed intensità. Un pubblico che di volta in volta ci trasmette gli stimoli giusti per provare a superare l’avversario di turno”
.

Realista e fiducioso allo stesso tempo il coach dell’Imesa in vista di gara 1 di finale. Una finale raggiunta inaspettatamente, vincendo contro pronostico in quel di Forlì domenica scorsa. Il coach del miracolo giallorosso prosegue ad analizzare il nuovo ed ultimo ostacolo alla Lega2.

“Trovare punti deboli nella Power Dry è davvero difficile – confessa Cioppi- Con Veroli sono le uniche corazzate riuscite ad approdare in finale. Oltre alla qualità dell’ampio roster il Pistoia è una squadra che ha trovato la forma giusta al momento giusto. Affrontarlo in finale sarà veramente dura, ma noi ci proveremo, come al solito, fino alla fine. Il nostro obiettivo – continua il trainer pesarese - sarà quello di giocare più tecnicamente per evitare la loro fisicità”. E poi conclude: alle loro certezze possiamo opporre il nostro entusiasmo che gara dopo gara è andato crescendo.

Per stasera uno tra Macchinz e Pazzi tornerà a disposizione. Chi dei due uscirà meglio dall’ultimo allenamento si siederà in panchina. Una buona notizia per l’Imesa, che dopo aver conquistato la finale senza due pezzi così importanti potrà contare sul loro ritorno, anche se per ora sarà alquanto graduale. Ma la speranza di rivederli in campo in gara 3 o 4 non sembra più utopistica.

Per quanto riguarda le statistiche delle due contendenti, relativamente ai playoff, i toscani hanno nell’ex Chiaramello il miglior realizzatore con 92 punti, seguito da Gizzi 84 e Toppo 72. A rimbalzi è ancora Chiaramello il più assiduo (63 di cui 44 difensivi e 19 offensivi.), seguito da Toppo 47 (32-15) e Masieri 43 (24-19). Bertolazzi è invece l’assist-man (29 in otto gare). Nell’Imesa Osimo il miglior realizzatore è Bucci con 130 punti, poi Calbini 108 e Rezzano 101. A rimbalzi spicca ancora il nome di Rezzano (52 totali di cui 42 o. e 10 d.) poi Panichi 38 (28-10) ed Evangelisti 33 (30-3). L’assist-man è invece capitan Calbini (41 in otto gare).

Nei totali di squadra la Power Dry ha avuto nei playoff una percentuale del 51% nei tiri da 2, del 30% in quelli da 3 e 64% nei liberi. I rimbalzi sono invece 271 (186-85) e gli assist 86. Osimo tira invece da 2 col 54%; da 3 col 38% e dalla lunetta col 74%. I rimbalzi totali sono 232 (185-47) e gli assist 87. Le percentuali da tiro sono, insomma, a favore degli osimani, i quali però subiscono maledettamente nei rimbalzi, soprattutto difensivi.

Il match sarà arbitrato da Calogero Cappello di Porto Empedocle (AG) e da Domenico Castellari di Bologna.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 maggio 2007 - 1102 letture