utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Ulivo: Liste Civiche una coalizione in disfacimento

1' di lettura
1394

L’autorevole sede del Palazzo Comunale non è un teatro in cui recitare sceneggiate: chi intende dimettersi non lo proclama, ma lo fa.

da Ulivo Osimo
In merito alle dichiarazioni del Sindaco apparse sulla stampa, vorremmo far presente al primo cittadino che non si recita la parte della vittima durante un confronto elettorale e alla vigilia dell’impegnativo giudizio dell’elettorato per raccogliere consensi.

L’autorevole sede del Palazzo Comunale non è un teatro in cui recitare sceneggiate: chi intende dimettersi non lo proclama, ma lo fa. In ogni caso, agli osimani è ormai chiaro che con le prossime elezioni di domenica 28 maggio si chiude il ciclo politico delle liste civiche e che l’attuale maggioranza che amministra la città non esiste più su la carta.

Il patetico tentativo delle liste civiche di Osimo di candidarsi alle elezioni provinciali - utilizzando come candidati anche i presidenti delle società partecipate pagate da tutti i contribuenti, non è che l’esempio più lampante della debolezza politica del Sindaco che cerca di tenere insieme frammenti di coalizione che ormai non si incastrano più nel puzzle.

Ci sia consentito inoltre evidenziare la contraddizione del Sindaco che se da un lato proclama di voler chiudere l’API a Falconara, a Passatempo di Osimo, invece, si prodiga per l’apertura dell’impianto di betonaggio. Ma come sappiamo bene, la coerenza non è mai stata una virtù di questo sindaco.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 maggio 2007 - 1394 letture