utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

CNA Zona Sud: le richieste ai candidati alle Provinciali 2007

2' di lettura
975

Infrastrutture viarie, turismo e formazione: ecco le richieste degli artigiani della CNA di Zona Sud di Ancona.

da CNA Zona Sud Ancona

Martedì sera, presso la sala convegni della CNA di Osimo, si è riunito il comitato di presidenza congiunto della Zona Sud di Ancona, organismo consultivo che racchiude tutti i membri di presidenza della CNA di Loreto, Osimo e Castelfidardo.

Il comitato ha approfondito nei contenuti alcuni punti del documento provinciale destinato ai candidati del 27 e 28 maggio. In particolare i membri delle presidenze hanno posto l’accento su tre punti salienti.

Tutti i membri di presidenza hanno riconosciuto in primo luogo la necessità di sviluppare politiche di area vasta che permettano di valorizzare il potenziale economico, sociale e turistico della realtà provinciale. Per tale ragione occorre investire sulle reti di comunicazione.

Nello specifico il presidente della CNA di Castelfidardo Roberto Volpini ritiene prioritario “un investimento nelle infrastrutture viarie: esistono infatti alcune arterie stradali che necessitano di un ammodernamento dopo la recente nascita di strutture, soprattutto gdo, che mettono a rischio la stessa sicurezza stradale”.

Il secondo punto individuato come prioritario è lo sviluppo sostenibile. In particolare il segretario della CNA di Zona Sud Maurizio Bertini ritiene fondamentale “la valorizzazione territoriale tesa a incentivare il turismo, investendo in progetti culturali di livello provinciale che stimolino sinergie tra i tanti soggetti che possono contribuire alla crescita territoriale (scuole, associazioni, enti locali, etc.”.

Infine la formazione: occorre investire in tre filoni formativi di fondamentale importanza per lo sviluppo di questa provincia: figure professionali di alta fascia tese alla ricerca, ma che allo stesso tempo stimolino le PMI in cordate sia per investire nel progetto di ricerca, sia nella fase di implementazione del progetto stesso; figure professionali tecniche destinate alle tante imprese manifatturiere della zona; formazione di nuove leve artigiane che sappiano riproporre e migliorare le eccellenze produttive del nostro territorio come le fisarmoniche di Castelfidardo o gli oggetti religiosi di Loreto.

Infine il segretario Bertini ha concluso la riunione con un richiamo alle istituzione regionali e nazionali per quanto concerne l’erogazione dei fondi destinati a copertura dei danni dell’alluvione del 16 settembre. “Occorre una velocizzazione delle pratiche – ha commentato Bertini – Molte imprese, infatti, stanno aspettando i fondi necessari a far respirare le loro aziende dopo che l’alluvione dello scorso anno le ha messe in grave difficoltà. Ulteriori ritardi potrebbero vanificare per queste imprese la ripresa che in questo momento si sta estendendo anche in Zona Sud di Ancona”.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 maggio 2007 - 975 letture