utenti online

Imesa Osimo, Cioppi: “Battere il Palestrina per mantenere il 4° posto”

2' di lettura 30/11/-0001 -
Il coach della Robur analizza la prossima avversaria in proiezione play off: “Battere il Palestrina per mantenere il 4° posto”.

da Imesa Osimo
www.gsroburosimo.it


Cuore, mente e muscoli da qui in avanti dovranno lavorare all’unisono per vincere le ultime due partite rimaste da giocare nella regular season, in trasferta con il Palestrina e in casa con il Ferentino, che se vinte ci daranno l’opportunità di chiudere la stagione al quarto posto, ottenendo così la possibilità di disputare in casa l’eventuale bella nel primo turno dei play off”.

E’ quanto ha dichiarato oggi il coach dell’Imesa Osimo, Stefano Cioppi, in vista del prossimo impegno esterno di Zagarolo (RM). “Domenica contro il Palestrina troveremo un ambiente particolarmente caldo, dovendo loro vincere a tutti i costi per non retrocedere e per conquistare i play out. Il Palestrina, che nel corso della stagione ha perso due pedine del calibro di Avenia e Palombita, contro di noi giocherà al 200% per smaltire la rabbia della sconfitta incassata nell’ultimo turno a Patti (68-57), ma soprattutto per evitare la retrocessione diretta in B-2.

Intanto, noi ci stiamo preparando per ottenere due punti fondamentali in ottica quarto posto e play off. Contro il Palestrina sarà indispensabile scendere in campo con la massima lucidità e con la mente fredda, evitando di subire l’ambiente che sarà particolarmente caldo”
.

Sull’aspetto tecnico del match e degli avversari nello specifico, Cioppi ha tenuto a precisare che: “Il Palestrina ha un valido play in Di Lembo, dotato di un buon tiro da fuori, il quale è affiancato da una guardia come Piazza dalla grande esperienza maturata anche nei campi di serie A, poi come ala piccola la formazione laziale schiera il promettente Cortesi, come ala forte Giuliani e come centro Carpineti, atleta di peso e con le caratteristiche giuste per ben figurare in questa categoria.

Il cambio dei lunghi è Franzè, pericoloso sotto le plance ma anche fronte a canestro. Particolare attenzione dovremo averla nei confronti della guardia Sperduto, che dovrebbe rientrare da un infortunio proprio contro di noi, essendo un giocatore che si esalta proprio nelle partite dure; infine, c’è un giovane da seguire come Laudoni, che può avere una carriera d’alto livello”
.

“Insomma –ha concluso Cioppi- per battere il Palestrina serviranno tanta grinta, molta determinazione e il massimo controllo delle emozioni”. Da registrare che il centro dell’Imesa, Marco Pazzi, alle prese con un problema muscolare al collo, nel pomeriggio proverà a lavorare con la squadra dopo aver saltato le sedute di allenamento di ieri e parzialmente quelle di martedì.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 aprile 2007 - 958 letture

In questo articolo si parla di sport, imesa osimo, stefano cioppi