utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Imesa Osimo, una sconfitta che brucia: 90-80 per il Palestrina

2' di lettura
880

Campionato Juniores: ill comportamento poco edificante di una parte del pubblico laziale ha messo a rischio il match, sospeso più volte dalla coppia arbitrale

da Imesa Osimo
www.gsroburosimo.it

Una sconfitta che brucia quella incamerata nel pomeriggio di ieri dall’Imesa Osimo a Palestrina, nel corso della quinta ed ultima giornata del girone di andata della fase Interregionale del Campionato Juniores: 90-80 il punteggio finale.

“Brucia –ha spiegato il coach della formazione osimana Francesco Francioni- perché è giunta a seguito di reiterate intemperanze di una parte del pubblico laziale che hanno finito con il condizionare l’operato arbitrale e il gioco dei miei ragazzi.

Gli arbitri in diverse occasioni sono stati costretti ad interrompere la gara, non sapendo se farla proseguire proprio per il comportamento particolarmente acceso e che di sportivo non aveva proprio nulla di una parte dei sostenitori del Palestrina”
.

“La partita –ha precisato Francioni- è stata comunque combattuta. Abbiamo lottato sempre punto a punto, e considerata la forza della squadra laziale, che tra le sue fila ha un certo Laudani, una guardia-ala in grado di fare la differenza anche in B-1, che ci ha messo spesso in difficoltà, possiamo ritenerci soddisfatti, anche se, in altra situazione, con un pubblico ‘normale’, la vittoria sarebbe stata alla nostra portata. Poi, loro hanno anche incontrato una serata di grazia nel tiro da tre, infilando ben 10 ‘bombe’. Sono tutte situazioni che ci servono per crescere”.

“Una cosa è sicura –ha concluso Francioni- non molliamo di certo, e già dal prossimo impegno esterno a Pesaro, in programma lunedì 16 aprile, con inizio alle ore 19.30, nella palestra di Baia Flaminia, cercheremo di incamerare punti preziosi per la conquista del terzo posto, ultimo utile per l’accesso alle finali nazionali, superando la Scavolini Spar Pesaro”.

Per la cronaca, ben quattro giocatori dell’Imesa sono finiti in doppia cifra nel confronto con il Palestrina, ovvero: Monaci, Baffetti, David e Balestrieri.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 aprile 2007 - 880 letture