utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

La sinistra per il socialismo europeo

2' di lettura
1121

Si è svolta giovedì sera nella sala ASTEA una folta assemblea alla presenza dell’on. Valdo Spini, introdotta dall’on. Luigi Giacco e dal Segretario Ds di Osimo Roberto Lampa.

da Osimo News
www.osimonews.it

"All’ultimo congresso il Partito all’unanimità votava per l’inserimento nel simbolo della scritta PSE più grande – volevo insieme ad altri compagni dare un volto più chiaro al Partito ma soprattutto ancorarlo all’Europa ed ai movimenti socialisti europei.

Dopo 2 anni siamo pronti a stracciarlo.

La mozione Fassino aveva inizialmente contenuti accettabili, ma strada facendo si sono cambiate le carte in tavola: oggi il manifesto dei saggi è la carta d’identità del nuovo PD e quindi vanificherà l’esito del dibattito congressuale.

In questo manifesto c’è un riferimento al Cristianesimo e all’Illuminismo, ma si omette tutta la storia del novecento e dei movimenti socialisti.

Nel manifesto dei saggi la laicità dovrebbe essere “cauta”: il Papa dice che la laicità deve essere sana: l’avvicinamento è inquietante.

La laicità è di fronte ad una offensiva neoconfessionale senza precedenti

Così come su temi quali bioetica, ricerca, libertà individuali, lavoro e sociale vi sono differenze non negoziabili.

Un conto è allargarsi da sinistra verso il centro ma sarebbe un errore abbandonare la rappresentanza sociale della sinistra.

Se i DS fossero stati nella pienezza del loro potere ci sarebbe meno confusione nella finanziaria.

La fretta per il PD serve a non pagare scotto sul ricambio al potere.

L’egemonia comincia dalle idee, preferirei che invece di cambiare il partito rimanesse il nome e cambiassero le persone.

C’è una novità positiva: il dibattito sul PD ha rimesso in moto una discussione più ampia che attraversa altri partiti e l’intera sinistra.

Emerge una consapevolezza: non si può rinunciare alla rappresentanza di una sinistra laica e moderna in Italia."



Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 marzo 2007 - 1121 letture